Attualità

Ast, il gruppo Marcegaglia mette la freccia sui competitors: "Noi siamo pronti"

Continua la marcia del gruppo lombardo che avanza nella partita relativa alla cessione dell'impianto ternano. Intanto il governo vigila

Lo avevano già detto lo scorso giungo e lo ribadiscono oggi: Antonio ed Emma Marcegaglia rilanciano il loro interessamento per Acciai Speciali di Terni. Il grupo lombardo, come riportato dal Corriere dell'Umbria nell'edizione odierna, è stato il primo a manifestare il proprio interesse al sindaco Latini e al presidente di Confindustria Terni, Alunni. 

Proprio in occasione di quell'incontro definivano l'Ast come un "campione europeo con il cuore e la testa in Italia". Il gruppo Marcegaglia, tuttavia, è solo uno fra i dieci competitors che hanno messo un focus di attenzione sullo stabilitmento.  

Oltre alla famiglia lombarda, in corsa c'è anche il concorrente storico Arvedi e altri gruppi stranieri sui quali da Palazzo Chigi è stato acceso un occhio di bue per evitare speculazioni finanziarie minacciando l'opzione della "golden power".

Dal Governo sembrerebbe essere chiara la visione su Ast, il suo valore in termini di Pil (che pesa per il 15 per cento in tutta l'Umbria e dà lavoro a circa 3mila persone). Ma i Marcegaglia rintuzzano e, come riportato sul Corriere dell'Umbria, non esitano a rimettersi in prima fila: "Noi siamo pronti e ci impegneremo, ma i tempi saranno fissati dal venditore”. 

Tra i punti nodali sui quali si svilupperà il confronto con la Tk c'è la necessità di un piano industriale chiaro, che garantisca i livelli occupazionali, e una disponibilità di liquidità consistente. Punti sui quali i Marcegaglia sembrano non vacillare. 

Infine la posizione del Governo che, tramite la viceministra allo sviluppo economico Todde, fa sapere che la partita dell'Ast è fra le priorità dell'esecutivo. Proprio nei prossimi giorni verrà aperto al Mise un tavolo di confronto nazionale sull'acciaio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ast, il gruppo Marcegaglia mette la freccia sui competitors: "Noi siamo pronti"

TerniToday è in caricamento