Cantano “Bella ciao” durante la manifestazione anti-violenza, è polemica

Le note hanno risuonato in piazza della Repubblica a Terni in occasione di uno degli eventi del 25 novembre, critiche dagli assessori di Palazzo Spada

“A noi le strumentalizzazioni non piacciono proprio. Tanto più quando si parla di violenza sulle donne. Le note di Bella ciao questa mattina in piazza della Repubblica a #Terni non c’entrano niente con lo spirito di queste iniziative fatte di valori condivisi e messaggi universali. Norma Cossetto non avrebbe cantato questa canzone”.

Altro giro, altra polemica. Una settimana dopo il terremoto scatenato dalla recita negata-non negata dalla scuola primaria “Anita Garibaldi”, adesso a riscaldare gli animi della politica cittadina ci pensa la canzone popolare intonata questa mattina durante una delle manifestazioni organizzate in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

In particolare, a suscitare la reazione di Elena Proietti e Marco Cecconi, assessori comunali allo sport e alle politiche sociali, lo “stacchetto” intonato in piazza della Repubblica dove era stato allestito anche lo stand della polizia di Stato – a cui ha preso parte anche lo stesso Cecconi – per sensibilizzare la cittadinanza in merito all’importanza delle denunce in caso di violenze domestiche.

Cecconi e Proietti affidano così a facebook le loro perplessità, sottolineando che “le note di Bella ciao non c’entrano nulla” con iniziative che dovrebbero essere fatte di “valori condivisi e messaggi universali”. Viene perciò stigmatizzato l'utilizzo delle note di una canzone che ha segnato ben altri momenti storici della storia nazionale, mischiato con quelle che vengono definite "parodie" di quello stesso testo che "stonano" invece con la valenza della giornata del 25 novembre. Donne, violenza, rispetto e legalità sono temi trasversali che non valgono, insomma, per una parte più che per l'altra.

Seguono commenti, condivisioni e bagarre social. La polemica è servita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento