rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità

Fontanelle, un sorso d’acqua fresca per l’ambiente: a Terni “risparmiate” 340mila bottiglie di plastica

L’indagine di Asm sui risultati ottenuti grazie ai distributori installati in città e in provincia: “Abbattimento della produzione dei rifiuti alla fonte”

In bottiglie di plastica “risparmiate”, il conto solo per Terni fa 340mila. Circa la metà di quelle che non sono state utilizzate in città e in provincia grazie ai distributori automatici di acqua frizzante.

I numeri si trovano in una indagine portata avanti da Asm sui risultati conseguiti dai sette apparecchi gestiti nel Ternano dalla Municipalizzata attraverso i quali i cittadini possono rifornirsi di acqua refrigerata: liscia, frizzante e semi frizzante. “Con questa iniziativa – spiega Asm - si riesce ad avere un abbattimento della produzione dei rifiuti alla fonte e limitare così l’impatto sull’ambiente anche grazie alla riduzione delle bottiglie di plastica e relativo imballaggio”.

Nel dettaglio, l’erogazione nelle sette fontanelle è stata questa: Ciconia, via dei Tigli (Orvieto): 103mila litri; Sferracavallo, via Tevere (Orvieto): 254mila litri; Viale Trento (Terni): 236mila litri; via Ialenti (Terni): 169mila litri; via Gabelletta (Terni): 104mila litri; via Borgo Garibaldi (Ficulle): 86mila litri, per un totale di 1.053.000 litri, pari a 1.053 metri cubi di acqua.

Come funzionano

Le fontane di acqua frizzante hanno due uscite separate per l’erogazione delle diverse tipologie di acqua refrigerata: liscia, leggermente frizzante e frizzante. Il costo di ogni bottiglia da 1,5 litri è pari a 5 centesimi. Ogni cittadino può prelevare ogni volta massimo 9 litri di acqua. Secondo Asm, “con 5 centesimi per ogni 1,5 litri di acqua prelevata da questa fontana, una famiglia di quattro persone che consuma giornalmente una cassa d’acqua, avrà un risparmio annuo di circa 600 euro”.

I vantaggi per l’ambiente

Secondo i calcoli di Asm, sono state così “risparmiate 702mila bottiglie (circa 340mila delle quali solo a Terni) pari a 21,06 tonnellate di plastica”. Questo ha comportato altri benefici: 56.160 chilogrammi di petrolio e 4941.400 litri di acqua non utilizzati per la produzione delle bottiglie “risparmiate” e una riduzione di inquinanti nell’ambiente così suddivisa: 1.123 kg di idrocarburi, 702 kg di ossidi di zolfo, 561 kg di ossidi di azoto, 505 kg di ossidi di carbonio e 65.584 kg di anidride carbonica risparmiati.

“Inoltre - sottolinea la municipalizzata - è stato evitato il trasporto con i tir dei pallett contenenti i packaging delle bottiglie che comporta il consumo di carburante e l'inquinamento attraverso l'emissione dei gas di scarico dei mezzi di trasporto”.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fontanelle, un sorso d’acqua fresca per l’ambiente: a Terni “risparmiate” 340mila bottiglie di plastica

TerniToday è in caricamento