rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Attualità

Controlli a tappeto sul territorio di Terni: “Accertate evasioni fiscali e tributarie per circa due milioni con sanzioni fino a 9,7 milioni”

Molteplici le attività svolte dai funzionati dell’Agenzia delle Dogate e dei Monopoli: il bilancio dell’anno appena trascorso

Un bilancio 2022 con il segno positivo per l’Ufficio delle Dogane di Terni, a seguito delle molteplici attività svolte. Nello specifico controlli e accertamenti su accise, dazi doganali e Iva, verifiche delle merci in transito, deleghe della Procura della Repubblica in materia di accise e contraffazione, tutela del made in Italy, sicurezza dei prodotti e alla lotta alla contraffazione. Sotto il profilo meramente contabile, grazie alle capillari attività svolte sul territorio, sono state portate a compimento 379 operazioni di controllo tra i settori delle accise (216) e delle dogane (163). I funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Terni hanno accertato 25 milioni di euro di introiti in ambito accise e hanno garantito la riscossione di circa 2,1 milioni di euro di dazi doganali, Iva all’importazione e accise pagate al confine, nonché l’accertamento di circa 300 mila euro di maggiori diritti nel settore delle accise.

 Per quanto concerne il sostegno alle imprese e all’economia del territorio, l’Ufficio ternano ha restituito quasi 2 milioni di euro in riaccrediti e agevolazioni, liquidati a seguito di 138 istanze presentate dagli operatori nei settori del riscaldamento in alcune zone climatiche svantaggiate, del gasolio utilizzato per la produzione di forza motrice ed energia elettrica e dei carburanti destinati all’azionamento delle autoambulanze, mentre, per il solo settore dell’autotrasporto, le istanze pervenute sono state 318 per un riaccredito di imposta pari a circa 2,8 milioni di euro.

Capitolo antifrode: sono state accertate evasioni fiscali e tributarie per circa 1,6 milioni di euro con sanzioni fino a 9,7 milioni di euro solo sull’utilizzo improprio del plafond Iva e sulle dichiarazioni Intra. Sono stati eseguiti sequestri di beni per 4,6 milioni di euro tra beni mobili, immobili e conti bancari. Diverse le attività di indagini ancora in corso delegate dalle competenti Procure della Repubblica.

Relativamente al settore extratributario, al fine di tutelare i diritti della proprietà intellettuale e la sicurezza dei prodotti commercializzati nel territorio i funzionari, grazie al Protocollo d’intesa stipulato l’11 aprile 2022 con il Comune di Terni, hanno eseguito nello scorso anno diversi controlli presso alcuni commerciali congiuntamente alla Polizia Locale. Dalle ispezioni eseguite sono state rilevate diverse violazioni in materia di diritti della proprietà intellettuale di merce recante segni falsi e/o realizzati usurpando titoli di proprietà industriale in attuazione dell’art. 517 e art. 517 ter c.p. e violazioni sulla sicurezza dei prodotti quali giocattoli, come da D.Lgs. 11 aprile 2011, n. 54 in attuazione della Direttiva 2009/48/CE, che hanno tutte comportato il conseguente sequestro della merce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a tappeto sul territorio di Terni: “Accertate evasioni fiscali e tributarie per circa due milioni con sanzioni fino a 9,7 milioni”

TerniToday è in caricamento