Cimitero, arrivano gli accessi 'controllati': videocamera, sbarra e card

Ingresso riservato soltanto ai veicoli autorizzati, Michele Rossi di Terni Civica soddisfatto: "In questo modo entrerà solo chi ne ha diritto". Ecco cosa cambia

Arrivano gli accessi controllati al cimitero di Terni. Lo evidenzia con una nota di soddisfazione il consigliere di Tervi Civica Michele Rossi che scrive e annuncia: “Molti cittadini continuano a lamentarsi, sui social e sulla carta stampata, di un continuo ed eccessivo ingresso di autovetture, un anomalo e non tollerabile flusso di decine di automobili non autorizzate che da quanto si può comprendere entrerebbero dall’ingresso secondario di Strada Madonna del Monumento”.

“In questo ingresso il cancello automatico non funziona da tempo immemore e il presidio, affidato a cittadini volontari, verrebbe lasciato molte volte scoperto”.

“Stamattina in seconda commissione si esaminava il regolamento di polizia mortuaria e quale occasione migliore per chiedere conto ed evidenziare nuovamente il problema. Ho chiesto quanto si stesse facendo sul tema dell’accesso incontrollato dei veicoli nel cimitero urbano”.

“𝐒𝐨𝐝𝐝𝐢𝐬𝐟𝐚𝐭𝐭𝐨 𝐬𝐜𝐨𝐩𝐫𝐨 𝐜𝐡𝐞 𝐥’a𝐦𝐦𝐢𝐧𝐢𝐬𝐭𝐫𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐡𝐚 𝐫𝐞𝐜𝐞𝐩𝐢𝐭𝐨 𝐥𝐞 𝐦𝐢𝐞 𝐩𝐫𝐨𝐩𝐨𝐬𝐭𝐞 𝐯𝐨𝐥𝐭𝐞 𝐚𝐝 𝐮𝐧 𝐜𝐨𝐫𝐫𝐞𝐭𝐭𝐨 𝐚𝐜𝐜𝐞𝐬𝐬𝐨 𝐥𝐢𝐦𝐢𝐭𝐚𝐭𝐨 𝐞 𝐛𝐞𝐧 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐨𝐥𝐥𝐚𝐭𝐨. 𝐕𝐞𝐧𝐢𝐯𝐨 𝐜𝐨𝐬𝐢 in𝐟𝐨𝐫𝐦𝐚𝐭𝐨 𝐝𝐚𝐥 𝐭𝐞𝐜𝐧𝐢𝐜𝐨 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥’𝐢𝐦𝐦𝐢𝐧𝐞𝐧𝐭𝐞, 𝐬𝐢 𝐩𝐚𝐫𝐥𝐚 𝐝𝐢 𝐩𝐨𝐜𝐡𝐢 𝐠𝐢𝐨𝐫𝐧𝐢, 𝐢𝐧𝐢𝐳𝐢𝐨 𝐝𝐞𝐢 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐢 𝐩𝐞𝐫 𝐝𝐨𝐭𝐚𝐫𝐜𝐢 𝐝𝐢 𝐮𝐧 𝐚𝐜𝐜𝐞𝐬𝐬𝐨 𝐯𝐢𝐝𝐞𝐨𝐬𝐨𝐫𝐯𝐞𝐠𝐥𝐢𝐚𝐭𝐨, 𝐜𝐨𝐧 𝐬𝐛a𝐫𝐫𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐞 𝐜𝐚𝐫𝐝. 𝐈𝐧 𝐩𝐫𝐚𝐭𝐢𝐜𝐚, 𝐚𝐭𝐭𝐫𝐚𝐯𝐞𝐫𝐬𝐨 𝐪𝐮𝐞𝐬𝐭𝐚 𝐝𝐨𝐭𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐢 𝐟𝐚𝐭𝐭𝐨 𝐢𝐧𝐭𝐞𝐫𝐝𝐞𝐭𝐭𝐨 𝐧𝐨𝐧 𝐬𝐨𝐥𝐨 𝐥’𝐚𝐜𝐜𝐞𝐬𝐬𝐨 𝐝𝐞𝐢 𝐯𝐞𝐢𝐜𝐨𝐥𝐢 𝐩𝐫𝐢𝐯𝐚𝐭𝐢 𝐧𝐨𝐧 𝐚𝐮𝐭𝐨𝐫𝐢𝐳𝐳𝐚𝐭𝐢 𝐦𝐚 𝐚𝐧𝐜𝐡e 𝐝𝐞𝐢 𝐦𝐞𝐳𝐳𝐢 𝐝𝐢 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐝𝐢𝐭𝐭𝐞 𝐜𝐡𝐞 𝐧𝐨𝐧 𝐧𝐞 𝐡𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐝𝐢𝐫𝐢𝐭𝐭𝐨”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’impianto permetterà dunque di applicare un regolamento degli accessi che di fatto esiste già ma che non veniva rispettato; insomma finalmente potranno entrare solo le persone che ne hanno pieno e reale diritto. È sicuramente un passo decisivo per fare anche del nostro cimitero urbano, come è giusto che sia, un luogo di rispetto e cultura, che come tale richiede un comportamento sobrio e disciplinato. Un luogo in cui il silenzio, il raccoglimento e il rispetto non può essere rotto dal continuo via vai di mezzi di lavoro ed automobili, alcune addirittura sfreccianti o con la radio a volume alto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento