menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore regionale alla Sanità, Luca Barberini

L'assessore regionale alla Sanità, Luca Barberini

Città della salute, Consiglio in pressing su Regione e Asl

Chiesta l'audizione in seconda commissione dell'assessore Barberini e dei vertici dell'azienda sanitaria, maggioranza e opposizione lavorano a un atto congiunto

Città della salute, consiglio comunale in pressing su Regione e Asl. La seconda commissione consiliare ha chiesto una audizione all’assessore regionale alla Sanità, Luca Barberini, al direttore della Asl 2 Imolo Fiaschini e al direttore del Santa Maria, Dalmaso, per fare il punto sulla realizzazione della cittadella della salute a Colle Obito ormai in stand by da anni. 

Nella seduta di questa mattina la commissione ha deciso di lavorare alla predisposizione di un atto di indirizzo unico per superare di fatto quelli proposti dal consigliere della Lega Sergio Armillei e dal capogruppo del Pd, Francesco Filipponi.  Il documento recepirà anche le proposte relative alla progettazione della piattaforma per l’elissoccorso da riportare a Colle Obito richiesto dal consigliere Michele Rossi (Terni Civica) e l'atto presentato dalla capogruppo di Fi, Lucia Dominici, per fare di Terni la sede definitva della Asl 2.

"La decisione presa dalle forze politiche in seconda commissione consiliare - dichiara il presidente Orlando Masselli - di lavorare ad un unico documento che raccolga tutti gli atti presentanti sulla Città della salute così come a un solo documento che raccolga quelli sulla salute e l'ambiente è una disponibilità che va sottolineata perché sta a testimoniare che su temi fondamentali per la città e per la salute dei cittadini i gruppi consigliari hanno deciso di guardare alla sostanza dei problemi e di anteporre il bene comune agli interessi dei singoli partiti. Si tratta di un approccio costruttivo e bipartisan che può dare maggiore peso alla posizione del comune di Terni in quanto, va detto che ci troviamo a temi di grande complessità, che vedono il coinvolgimento di molteplici soggetti. Nel caso della Città della Salute, infatti, il ruolo del comune può essere quello di stimolo e di pungolo, essendo la competenza della regione e della Asl2".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento