Attualità

Il comune di Terni assume, selezioni per diciotto posti a tempo determinato e indeterminato. I motivi: “Cessazioni e ringiovanimento”

L’assessore al personale Giovanna Scarcia fa il punto della situazione sul piano del fabbisogno del personale. In arrivo selezioni per coordinatori contabili, geometri e coordinatori sociali

Il piano di fabbisogno del personale 2021-2023, del comune di Terni, è stato approvato nelle scorse settimane. Allo stato attuale sono previste trentatré assunzioni nel 2021 mentre cento – ripartite equamente – tra il 2022 e 2023. Tuttavia, soprattutto per ciò che concerne quest’ultimi due anni menzionati, i dati potrebbero essere sottoponibili a modifiche. L’assessore al personale Giovanna Scarcia, intervenuta alla nostra redazione di www.ternitoday.it, ne spiega le motivazioni: “Il calcolo della capacità assunzionale si basa su una percentuale che dipende dalle spese del personale e alcune entrate correnti del comune, e ponderata sulla base dell’ultimo consuntivo, il quale verrà approvato a breve. Poiché tale percentuale è variabile, è possibile apportare delle modifiche parziali, in previsione futura.”

I bandi relativi all’anno in corso: “In primo luogo dodici ingressi fanno riferimento a progressioni dei dipendenti dell’ente, su vari profili giuridici. Inoltre sono state espletate le procedure concorsuali, in attesa di essere formalizzate. Nella fattispecie tre posti per istruttori geometri, uno per sette vigili urbani, uno per coordinatore di vigilanza, due periti industriali ed altrettanti periti informatici. Per quest’ultimi due è stata fissata la prova scritta a metà giugno”. Diverso il percorso per i restanti poiché è prevista una prova preselettiva e contestuale ammissione di ottanta candidati (più parimerito). “Sulla scia della riforma Brunetta stiamo modificando le modalità di selezione. In tal senso prevediamo una prova sola scritta di un’ora e una orale per i bandi in corso. La preselezione è stata concordata perché si è superata la soglia delle ottanta candidature. Molto probabilmente, in questo caso specifico, si procederà da remoto”. I numeri delle candidature pervenute: 136 per coordinatore, 548 per sette posti per vigili urbani, 189 per istruttori geometri, 50 per periti industriali e 47 informatici.

Le motivazioni preponderanti che hanno portato il comune di Terni ad implementare la pianta organica “Tra il 2021 e 2023 è possibile accertare, all’incirca, una media di trenta cessazioni l’anno. Di conseguenza il numero di dipendenti è destinato a scendere. Inoltre subentra la necessità di un ringiovanimento delle risorse umane dell’ente. Andando verso una massima digitalizzazione, anche a seguito di come l’emergenza sanitaria ha rimodellato esigenze e modalità di lavoro, si presume che i nuovi assunti possano essere al passo con le nuove sfide sulle quali confrontarsi. Potrebbe anche esserci una ulteriore revisione del piano delle assunzioni, anche per consentire di poter dare attuazione ai progetti presentati nel Pnrr. Tutto ciò in base alle risorse che effettivamente poi verranno accordate”.

I nuovi bandi in arrivo

A completamento è in arrivo un ulteriore bando per cinque coordinatori contabili: “Sono profili molto specifici non amministrativi, esperti in contabilità pubblica”. Tra i requisiti il possesso della laurea in economia e commercio o equipollenti. Tuttavia, secondo l’iter consuetudinario, è necessario uno step intermedio ossia: “Una richiesta destinata a tutti i comuni di Perugia e Terni, volta a verificare la disponibilità nelle graduatorie di riferimento, per ciò che concerne i profili richiesti”. Successivamente si procederà a capienza: “Ad eventuale esito negativo o parzialmente negativo. In tal caso sarà possibile emettere il bando”. Ulteriore passaggio sulle cosiddette assunzioni etero finanziate: “Con le risorse che lo stato metterà a disposizione è possibile desumere l’inserimento di sei profili di geometri, mediante contratto a tempo determinato, lavoro part time. La normativa specifica infatti prevede l’inserimento di queste figure a supporto delle istruttorie relative al superbonus 110%. Infine un’altra norma specifica consente di inserire sette coordinatori sociali, a tempo indeterminato, sempre mediante risorse apposite disponibili”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il comune di Terni assume, selezioni per diciotto posti a tempo determinato e indeterminato. I motivi: “Cessazioni e ringiovanimento”

TerniToday è in caricamento