rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Attualità Centro / Viale Luigi Campofregoso

L’altro Thyrus torna a “casa”: una copia del “simbolo” di Terni in viale Campofregoso

Realizzata dagli studenti del liceo artistico Orneore Metelli, sarà collocata nel parco che originariamente ospitava la statua ora custodita all’interno di Palazzo Spada: domani l’inaugurazione

L’altro Thyrus torna a “casa”. “A due anni di distanza dalla sua realizzazione, la copia del Tiro, simbolo originario della città di Terni, è stata collocata nei giardini di via Campofregoso, grazie all’intervento dell’omonima e neonata associazione culturale Thyrus e dell’azienda Fare Domus che si sono impegnate affinché l’intero progetto giungesse a compimento”.

L’annuncio arriva dai sostenitori del progetto che hanno seguito la realizzazione dell’opera effettuata dalla classe 2B del liceo artistico Orneore Metelli di Terni, con l’aiuto e supervisione del professor Marco Diamanti, per la parte esecutiva.

L’inaugurazione e presentazione della scultura avverrà domani, giovedì 21 dicembre alle 11.30 in viale Campofregoso. L’opera è nata da un patto di collaborazione fra il Comune di Terni, Noita e il liceo artistico, “con il desiderio di ricollocare nel luogo primigenio l’effige identificativa della città, ovvero l’antico Thyrus databile alla seconda metà del cinquecento. L’originale, per ragioni conservative, è custodito all’interno dell’atrio di Palazzo Spada e da qui l’idea di creare una copia fedele in resina e polvere di marmo”.

IMG_20220311_122158

“Il coinvolgimento dei giovani studenti dell’istituto – prosegue la nota – voleva non soltanto far mettere in pratica l’antica arte del plasticatore, ma anche dare ai ragazzi una conoscenza più tangibile della storia locale. Il progetto è stato anche un momento di pratica concreta dell’educazione civica, disciplina ormai a tutti gli effetti parte integrante del curriculum scolastico, ma che con estrema difficoltà ha trovato uno spazio adeguato. Gli studenti infatti si sono recati personalmente a prendere le misure e fare i calchi dell’opera, con la supervisione del docente, per poi realizzare, nell’arco dell’intero anno, la copia”.

“Per i ragazzi ha rappresentato un momento di consapevolezza sui simboli e i valori storici che essi hanno per la città – commenta il professor Diamanti - Si sono impegnati a tutto campo per restituire un’icona al nostro capoluogo”.

La presentazione della copia era avvenuta il 18 maggio 2022 presso l’auditorium del liceo Metelli, alla presenza della autorità locali, della dirigente professoressa Roberta Bambini e dei rappresentanti dell’associazione Noita, con una breve conferenza di presentazione sulla storia del

manufatto, ad opera dei professori Eleonora Belli e Marco Venanzi, entrambi docenti del liceo Metelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’altro Thyrus torna a “casa”: una copia del “simbolo” di Terni in viale Campofregoso

TerniToday è in caricamento