Culle vuote, 15 comuni in Umbria rischiano l’estinzione: nell’elenco c’è anche Polino

Nel piccolo centro della Valnerina ci sono soltanto 15 ragazzi sotto i 14 anni. A livello regionale negli ultimi quattro anni la popolazione è diminuita di 13mila unità

Tra qualche anno Polino potrebbe essere soltanto un ricordo ingiallito su qualche carta geografica. E così rischia di essere per Parrano, nell’Orvietano, e per altri 13 comuni umbri a rischio estinzione a causa dello spaventoso calo demografico che sta investendo l’Umbria.

L’allarme compare nelle pagine del Rapporto economico e sociale dell’Umbria curato dall’Agenzia Umbria Ricerche che evidenzia come “il trend di crescita demografica dell’Umbria si interrompe nel 2014 e negli ultimi quattro anni la popolazione regionale perde quasi 13 mila unità (-1,42%)”.

Secondo il dossier Aur, la contrazione delle nascite e l’allungamento della vita media (la speranza di vita alla nascita è di 86 anni per le donne e 82 anni per gli uomini, un anno in più della media nazionale) determinano un profilo della struttura per età della popolazione umbra che colloca la regione tra le più “anziane” d’Italia: se nel 2011 vi erano 180 anziani ogni 100 giovani, oggi, a distanza di soli 7 anni, il rapporto è arrivato a 204 over 65 ogni 100 under 14.

Si parla dunque di “declino demografico” che però “non investe allo stesso modo i comuni umbri: quelli che subiscono una contrazione della popolazione residente sono i comuni di piccole e piccolissime dimensioni (fino a 7.500 abitanti), dove il calo demografico si va ad aggravare negli anni più recenti”.

Le aree del “disagio demografico” rappresentano il 37% della superficie regionale, dove risiede circa il 14% della popolazione e sono riconducibili a gran parte della Valnerina – area gravemente ferita dal sisma del 2016 – e a molti comuni dell'Orvietano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In particolare, per 15 comuni il rischio di “estinzione” viene definito da Aur come “altissimo, in assenza di contromisure atte a invertire la tendenza”. Tra questi, quattro (Poggiodomo, Polino, Sellano e Parrano) presentano condizioni demografiche ancora più gravi: basti pensare che, nel 2018, a Poggiodomo si contavano 56 anziani (over 65) e solo 4 giovani (under 14); a Polino 94 contro 15.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento