Emanuele Fiorini nel mirino di FdI "Un ectoplasma che si aggira da solo nell’aula del Consiglio"

I vertici cittadini e provinciali ternani del partito di Giorgia Meloni impallinano Fiorini (Uniti per Terni) e lo accusano di maleducazione per il comportamento tenuto durante l'ultima assemblea cittadina: "Gravi le affermazioni del suo ultimo delirio".

Un attacco diretto, senza mezzi termini e giri di parole, quello diramato dai vertici cittadini e provinciali del partitio di Giorgia Meloni e diretto al consigliere comunale Emanuele Fiorini, ex Lega, ex Fratelli d'Italia, appartenente al gruppo "Uniti per Terni". 

Un affondo duro che impallina l'ex consigliere regionale: "Di fronte all’ennesimo teatrino sguaiato del consigliere Emanuele Fiorini inscenato oggi durante la seduta di Consiglio Comunale - da FdI - il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia unitamente ai vertici comunali e provinciali vuole condannare sotto ogni forma le provocazioni e le gravi affermazioni del suo ultimo delirio.

Il povero consigliere Fiorini - si osserva nella nota - ormai è un ectoplasma che si aggira da solo nell’aula del Consiglio visto che non solo l’opposizione, ma addirittura il gruppo consiliare Uniti per Terni a cui appartiene, sembra averlo scaricato. Con modi e parole decisamente deprecabili e inadatte al consesso in cui vengono utilizzate, egli  mette in campo argomentazioni mal poste e temi mai approfonditi né studiati adeguatamente accompagnati da atteggiamenti cialtroneschi che cercano di diffamare chi con competenza e professionalità avanza proposte nell’interesse della comunità cittadina".

Infine, il riferimento ai cambi di casacca del consigliere: "Da tempo l’unica coerenza del Consigliere Fiorini è quella di cambiare bandiera e attaccare in modo esclusivamente pretestuoso chiunque abbia la capacità, per lui sconosciuta , di ragionare ed elaborare proposte . Nel corso dell’ultima seduta, rifiutandosi categoricamente di esercitare il proprio diritto di voto per qualsiasi atto all’ordine del giorno, ha dimostrato una volta ancora il suo reale interesse per la politica è per la città, ovvero - conclude - quello di percepire il gettone di presenza a cui non ha minimamente accennato di rinunciare pur non avendo espletato il proprio dovere di consigliere comunale all’interno del plesso consiliare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento