rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

Ex Prampolini, stato di degrado ed abbandono perdurante: “Riqualificazione e messa in sicurezza. Quando intervenite?”

I consiglieri del Movimento Cinque Stelle sollecitano sindaco e giunta: “Dell’ex bocciofila non resta che una distesa di rifiuti abbandonati”

Una nuova interrogazione per sottoporre all’attenzione di sindaco e giunta il complesso dell’ex bocciofila Prampolini, collocata a pochi passi dalla Basilica di San Valentino. I consiglieri del Movimento Cinque Stelle, avevano presentato l’iniziativa politica all’inizio del nuovo anno per denunciare lo stato di degrado e abbandono, ormai perdurante, dell’area. Nel corso del question time dell’11 marzo, l’ex assessore Leonardo Bordoni aveva dichiarato a riguardo: “Originariamente era stato concesso il diritto di superfice alla regione per la realizzazione del campus universitario. L’ente ha dapprima confermato l’interesse per poi comunicare, nel 2017, la rinuncia. Il Comune è dunque tornato nella piena proprietà dell’immobile”. Dopo ulteriori vicissitudini: “Lo stato di dissesto non ha permesso alcuna evoluzione, da un punto di vista urbanistico. Tuttavia l’ufficio patrimonio ha ricevuto l’indirizzo di procedere con la rimozione dell’immobile. Contestualmente propone la variante urbanistica con una nuova destinazione, ovvero area destinata a verde pubblico, attrezzata con area gioco e sport”.

A distanza di oltre sette mesi però non si sono verificati passi in avanti, in tal senso. I consiglieri dunque, tornando sulla tematica, affermano che: “L’area è abbandonata da tempo ed entrare non risulta difficile poiché è ormai diventata la seconda casa per vagabondi e senzatetto. Il vecchio capannone offre lo stesso ‘spettacolo’ che si constata alla vista dei tre campi da bocce, posto per bivacchi e consumo di droga. L’ex bocciofila si trova a pochi metri di distanza dalla vecchia falegnameria, altro luogo abbandonato da tempo e quotidianamente frequentato da consumatori di droga e sbandati. Il tutto all’ombra della Basilica di San Valentino. Infine nella stessa zona sono presenti barili di scorie e decine di lastre di marmo pregiato”. I pentastellati ricordano che: “L’amministrazione non ha provveduto alla messa in sicurezza del complesso anzi, i varchi nella rete sono diventati dei veri e propri corridoi di accesso”. Pertanto si chiede a sindaco e giunta: “Come e quando si intende mettere in sicurezza tale struttura e se vi sono state segnalazioni da parte dei cittadini di movimenti sospetti in zona”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Prampolini, stato di degrado ed abbandono perdurante: “Riqualificazione e messa in sicurezza. Quando intervenite?”

TerniToday è in caricamento