rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

La Terni che cambia: due milioni per Città Giardino, Torreorsina e la piazza di Gabelletta

Palazzo Spada chiede altri fondi per interventi di “rigenerazione urbana”. La soddisfazione di Francesco Filipponi (Pd): delibera opportuna, coinvolgere la popolazione nel progetto

Altri due milioni di euro per la Terni del futuro. Le risorse sono state richieste al ministero dell’interno nell’ambito degli interventi di rigenerazione urbana attraverso una delibera di giunta predisposta dagli uffici di Palazzo Spada e, in particolare, da Ferico Nannurelli, Piero Giorgini e Paolo Grigioni.

Gli oltre due milioni (2.017.200 euro) derivano dalla differenza del limite massimo di risorse che era possibile ottenere attraverso i fondi del Piano nazionale di rilancio e resilienza (20 milioni) e il contributo concesso effettivamente al Comune di Terni (poco più di 17 milioni) per una serie di interventi, dalla ricostruzione del Teatro Verdi fino alla riqualificazione della Casa delle musiche.

Nel dettaglio, la richiesta formulata prevede tre interventi: la “rigenerazione urbana del quartiere di Città Giardino attraverso la riqualificazione dei giardini di viale Lungonera e di viale Brenta” per cui è stata avanzata la richiesta di 1,1 milioni di euro; la “rigenerazione urbana del centro storico minore di Torreorsina attraverso la riqualificazione del parco Aurelio De Felice e vie di collegamento e di accesso al borgo e del parcheggio ad esso adiacente” (700mila euro) e la “riqualificazione della piazza di Gabelletta” (200mila euro).

Il dossier sarà inviato a Roma entro il termine del prossimo 30 aprile, dopodiché sarà necessario attendere le decisioni del dicastero per sapere se le risorse saranno disponibili e i progetti realizzabili.

“Ritengo assolutamente opportuna la delibera approvata questa mattina relativa alla richiesta di fondi Pnrr”, commenta Francesco Filipponi, capogruppo Pd in consiglio comunale, con particolare riferimento alla “parte inerente la piazza di Gabelletta. La richiesta di un finanziamento per 200mila euro, predisposta dai dirigenti Giorgini e Grigioni e dal responsabile del procedimento Nannurelli, relativa alla piazza di Gabelletta compensa il mutuo accesso con delibera 400 del 2015, a suo tempo devoluto per i lavori presso la fontana di piazza Tacito”.

“L’obiettivo dei fondi previsti per la rigenerazione urbana – prosegue Filipponi - è anche appunto quello della manutenzione per il riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture edilizie esistenti pubbliche per finalità di interesse pubblico, come per il caso della piazza del quartiere Gabelletta. Ci auguriamo che la richiesta possa essere accolta, successivamente l’auspicio è quello di una eventuale partecipazione con la popolazione residente del progetto al fine di poter dare una risposta alle esigenze della zona, in particolare per una nuova funzionalizzazione dell’area a scopo di socializzazione e e per una messa a disposizione in parte di parcheggi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Terni che cambia: due milioni per Città Giardino, Torreorsina e la piazza di Gabelletta

TerniToday è in caricamento