rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità Via Piave

Pericoli a Terni, incidenti stradali in sequenza. Arriva la duplice soluzione per evitare i sinistri: “Incredibile statistica”

Focus sull’incrocio tra viale Brenta e via Piave. Nel corso della seduta dell’ultimo question time il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi ha sottoposto il tema all’assessore alla viabilità Giovanna Scarcia

Un incrocio diventato ormai tristemente pericoloso, a causa della sequenza di incidenti verificatisi, soprattutto nel corso dell’ultimo periodo. Il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi, nel corso del question time, ha sottoposto all’attenzione dell’assessore Giovanna Scarcia tale tematica. “La casistica – ha ricordato il consigliere - registra una significativa frequenza di incidenti stradali, nel quartiere di Città Giardino. Fortunatamente tali sinistri non hanno avuto conseguenze ben peggiori. Tuttavia, da sempre, questo incrocio risulta pericoloso e sarebbe necessario intervenire magari riqualificando la segnaletica stradale”. Diverse le soluzioni prospettate dal consigliere come, ad esempio, l’istituzione di una zona 30 oppure potenziare l’illuminazione fino a collocare dei rallentatori di velocità. “Cosa si sta studiando?” ha chiesto Michele Rossi.

Una doverosa premessa, prima di riportare la risposta dell’assessore alla viabilità Giovanna Scarcia. Purtroppo in via Piave, come riportato anche da alcuni residenti, il limite viene spesso superato soprattutto in condizioni di strada libera da traffico. Dopo aver effettuato un sopralluogo il 26 ottobre, in loco, la titolare della delega ha dichiarato. “Due le possibili soluzioni per ovviare a tale problematica. I veicoli tendono a sporgersi molto poiché, la visibilità da viale Brenta, non è ottimale. Pertanto la prima ipotizzata è di avanzare, di circa due metri, il segnale orizzontale di stop in modo tale da allineare la linea di arresto, rispetto a quella di tracciamento dei posti auto, presenti lungo via Piave”.

Il secondo aspetto analizzato: “Quando verrà installato l’impianto semaforico a chiamata relativamente alla pista ciclabile, avrà una funzione di deterrente rispetto alla velocità. Abbiamo interessato gli uffici della ciclabile. Speriamo che questo intervento sia realizzato nel tempo più breve possibile”. L’assessore Scarcia ha ricordato che: “Tale incrocio detiene una incredibile statistica di tamponamenti, ultimamente forse intensificati dalla presenza di un cantiere. La collocazione dello stop, su viale Brenta, è ora corretta ed idonea ad altezza di 5 metri e dieci”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericoli a Terni, incidenti stradali in sequenza. Arriva la duplice soluzione per evitare i sinistri: “Incredibile statistica”

TerniToday è in caricamento