Attualità

Sanità a Terni, scatta la duplice iniziativa: “Il protocollo con l’università va ritirato. Accordo punitivo nei confronti degli operatori”

Il responsabilità forum sanità del Partito democratico Gianni Giovannini: “Non siamo contro l’università anche perché il candidato sindaco viene da quell’ambiente”

Una duplice iniziativa a firma Partito democratico, in ambito sanitario. E’ infatti stata lanciata una petizione denominata ‘Difendiamo il diritto alla salute, salviamo l’ospedale di Terni’ e contestualmente indetta un’assemblea cittadina che si terrà il prossimo 18 marzo, presso la sala del Consiglio comunale di Terni. Come viene specificato all’interno dell’iniziativa: “Il protocollo con l’Università di Perugia va ritirato, i primaristi vanno coperti, il personale necessario va assunto e vanno fatti gli investimenti”. La petizione è possibile sottoscriverla al Gazebo collocato da Corso Tacito e largo Villa Glori.

Nel corso della mattinata di oggi, mercoledì 8 marzo, il responsabile del forum sanità Gianni Giovannini, accompagnato dal capogruppo Pd Francesco Filipponi, ha evidenziato alcuni numeri che riguardano la sanità regionale con particolare attenzione verso l’azienda ospedaliera ternana. Focus sulla ripartizione delle strutture complesse, docenti di medicina, trend ricoveri, posti letto, costi della mobilità passiva, bacini di utenza ed aspetti normativi.

A margine Gianni Giovannini ha dichiarato: “Il documento nasce da una vacanza di programmazione. Il piano sanitario predisposto dalla Regione aveva molte lacune che l’università ha contestato, formalizzando mediante un atto. Ciò che ci ha lasciato di stucco è che, due mesi dopo, da questo parere si è arrivati ad una stipula del protocollo in cui c’è stata una cessione di sovranità dalla Regione verso l’università. Inoltre un’apertura dei cordoni della borsa, oltre i limiti che la legislazione nazionale consentirebbe."

Ed ancora: "Tutto ciò crea preoccupazione soprattutto per i riflessi che si determinano nei confronti degli operatori ospedalieri, i quali prestano servizio. Un accordo eccessivamente punitivo nei confronti di tali professionalità, capitale umano che deve essere salvaguardato. Senza nulla togliere all’università anche perché il candidato sindaco del Pd (Jose Maria Kenny ndr) viene proprio da quell’ambiente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità a Terni, scatta la duplice iniziativa: “Il protocollo con l’università va ritirato. Accordo punitivo nei confronti degli operatori”
TerniToday è in caricamento