menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Integrazione ed accoglienza per i migranti, Nicchi (Lega): “Nessuna distinzione per il colore della pelle”

Nel comune di Attigliano un residente su quattro è di origine straniera provenienti da quaranta paesi differenti

I numeri sono emblematici: 504 residenti su 1976 sono di origine straniera. Se ne è interessato il ‘Fatto quotidiano’ del comune di Attigliano sottolineando come l’integrazione funzioni e piuttosto bene. La curiosità è la seguente: “Il regista è il sindaco leghista Daniele Nicchi che ha deciso di combattere il fenomeno dello spopolamento del municipio con una strategia precisa ovvero accoglienza e integrazione”

I numeri e la situazione

Un residente su quattro è straniero, undici punti percentuali in più rispetto alla media regionale (20 vs 9% ndr) e dodici rispetto a quella nazionale. “Abbiamo scelto una strategia semplice e di rispetto delle regole: diritti e doveri uguali per tutti. Nessuna distinzione per il colore della pelle. Con questi pochi principi ognuno vive con i propri usi e costumi, senza discriminazione” osserva il sindaco Daniele Nicchi nell’articolo del Fatto Quotidiano. A favorire l’integrazione poi ci pensano anche i corpi intermedi.

E’ il caso della parrocchia di San Lorenzo Martire, la scuola dove sono stati potenziati i corsi di francese ed inglese ed infine alcune associazioni. La ‘ricetta’ è la seguente. Con un tasso di natalità sempre più contratto l’integrazione aiuta. Gli stranieri arrivano, pagano le tasse fanno i figli che mandano a scuola. Infine, altro elemento importante da rimarcare ed evidenziato nell’articolo, non c’è traccia di ribellione o protesta da parte dei residenti di Attigliano. Un segnale ulteriore positivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo fast food a Terni: “Nasce da una mancanza in città. Ispirato allo stile americano con prodotti casarecci e di qualità”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento