Attualità

La fondazione "Aiutiamoli a vivere" allestisce un punto vaccinale su Terni. Pacifici: "Siamo a fianco di medici e personale sanitario dell'Usl"

La fondazione ha messo a disposizione la Sala Polifunzionale “Padre Vincenzo Bella” per supportare i medici di famiglia della Usl Umbria 2 ed offrire un servizio di vaccinazione Anti Covid-19

La Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” ONG, in collaborazione con i volontari della “Terni X Terni=Anch’io”, della “Terni X Terni Donna” e dei ragazzi del Servizio Civile, ha messo a disposizione la Sala Polifunzionale “Padre Vincenzo Bella” per supportare i medici di famiglia della Usl Umbria 2 ed offrire un servizio di vaccinazione Anti Covid-19 fruibile dagli assistiti dei medici di base che hanno aderito alla campagna vaccinale.

"Un servizio totalmente gratuito - fanno sapere dalla fondazione attraverso una nota - che vuole supportare la cittadinanza in un momento storico di estrema difficoltà e di una profonda crisi economico/sociale, focalizzando sull’importanza del ruolo che gli Enti del Terzo settore possono avere, coadiuvando le attività della pubblica amministrazione e mettendosi a servizio dei più fragili. Con quest’attività - prosegue la nota - la fondazione ha colto la voce proveniente dal basso sia dei cittadini che dei medici di famiglia ed alla loro necessità di usufruire di una struttura idonea per la vaccinazione, mettendosi a disposizione e creando così un precedente nella nostra regione di disponibilità e collaborazione che può essere esempio di buona pratica".

Un vero e proprio hub vaccinale a supporto di quelli predisposti dall'azienda sanitaria sul territorio. "Un messaggio di speranza e solidarietà - afferma il presidente Fabrizio Pacifici - da parte dell’intero movimento volontaristico delle organizzazioni non governative che opera nel mondo per alleviare le sofferenze delle popolazioni infantili ed a maggior ragione non indifferenti a quanto sta accadendo in Italia in tutte le città colpite dalla pandemia.

Abbiamo posto in essere - aggiunge Pacifici - un lavoro frutto dell’esperienza capace di recuperare le proposte dal mondo del volontariato con le istituzioni locali rappresentate, nella fattispecie, dal Dott. Camillo Giammartino, commissario Usl per il Covid-19 e il Dott. Stefano Federici, direttore del distretto di Terni, per trovare una soluzione capace di aiutare i medici di famiglia a lavorare per la somministrazione del vaccino in totale sicurezza per tutti. Un modello replicabile in ogni circostanza - conclude - e in ogni territorio dove le organizzazioni di volontariato sono sempre e comunque a disposizione delle istituzioni qualora il bisogno e l’emergenza chieda il loro intervento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fondazione "Aiutiamoli a vivere" allestisce un punto vaccinale su Terni. Pacifici: "Siamo a fianco di medici e personale sanitario dell'Usl"

TerniToday è in caricamento