menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Giacomo Sirchia

foto Giacomo Sirchia

Le bellezze del territorio ternano e l’incentivo per il turismo. La proposta: “Istituire la smart tourist card”

Il Movimento Cinque Stelle ha presentato un atto di indirizzo volto a finalizzare la ripartenza del comparto: “Necessario mitigare la stagnazione”

I numeri del 2020, prendendo ad esempio il sito turistico di riferimento del territorio, sono evidenti. Alla Cascata delle Marmore – nonostante lockdown e restrizioni – sono arrivati oltre 365 mila visitatori, accessi naturalmente condizionati dalle limitazioni previste, anche da un punto di vista degli spostamenti. Ciò significa che, nonostante l’evidente crisi economica scaturita da quella sanitaria, il turismo di prossimità ha funzionato e potrebbe essere ulteriormente veicolato anche in previsione di un’auspicata ripartenza. I consiglieri del Movimento Cinque Stelle, presentando un atto di indirizzo, impegnano sindaco e giunta a prendere seriamente in considerazione l’attivazione di una smart tourist card, già adottata in alcuni comuni, come ad esempio Firenze.

Il gruppo consiliare sottolinea che tali strumenti, come la carta del turista: “Vengono proposti ai visitatori per migliorare l’esperienza di visita di un territorio, agevolando l’accessibilità ai luoghi ed ai servizi, inizialmente utilizzate soprattutto per agevolare la fruizione dei servizi culturali e le relazioni tra i relativi gestori con una sorta di biglietto unico per l’accesso a più musei, monumenti (ad esempio) di una determinata località. Tali card si sono successivamente trasformate, in uno strumento di collegamento tra le diverse tipologie di servizi (cultura, trasporti, ristorazione, svago, sport) al fine di migliorare il grado di soddisfacimento della domanda in una logica di marketing integrato”.

Il fenomeno è in continuo mutamento così come il suo raggio d’azione: “I contenuti vengono progressivamente ampliati e diversificati di pari passo con l’evoluzione della domanda, con l’obiettivo di arricchire l’esperienza del turista. Cambiano anche le modalità di acquisto e di utilizzo, grazie all’evoluzione tecnologica ed alla diffusione della rete e dei dispositivi mobili”. Secondo i consiglieri tale esperienza, se applicata, potrebbe aiutare ad aumentare ed attrarre un numero maggiore turisti, soprattutto in bassa stagione. Inoltre, ad effetto domino, provocherebbe benefici all’intero settore. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento