rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Attualità

Terni scommette sulla Lotteria Italia: è tra le città del Belpaese dove sono stati venduti più biglietti

Staccati fino ad ora in provincia oltre 56mila tagliandi: estrazione il 6 gennaio, ci sono in palio 5 milioni di euro

Come il “tredici” al Totocalcio, la Lotteria Italia continua a mantenere un posto d’onore nelle fantasie a sei zeri degli italiani. Nonostante nel corso degli anni, altri giochi e – soprattutto – altri montepremi abbiano scalato la classifica dell’azzardo.

Ciò non toglie che i 5 milioni di euro che verranno assegnati nell’estrazione del prossimo 6 gennaio durante la trasmissione Rai “Soliti ignoti” continuino a far gola.

In questa edizione - come rende noto l’agenzia Agimeg - le vendite dei biglietti continuano a correre con 6.259.395 tagliandi venduti, contro i 4.546.717 dello stesso periodo dello scorso anno, per una crescita del +37,7%. Si tratta di un dato praticamente definitivo, visto che i punti vendita stanno esaurendo le scorte. Numeri davvero importanti per la lotteria nazionale più antica del nostro Paese.

La vendita nella rete autorizzata di tabaccherie e ricevitorie fa segnare un +27,5% (da 3,3 a 4,3 milioni). Nel dettaglio, i biglietti venduti nei tabacchi ammontano a 3,3 milioni, il +23,9% rispetto ai 2,6 milioni del 2020, mentre i tagliandi staccati nei bar sono cresciuti del +47,3%, da 638.780 a 940.820.

Valore sempre più in crescita anche per i distributori locali (+49,7%), mentre la voce “altri distributori” viaggia con il +90,8% di vendita. Va evidenziato che nella rete “storica” (tabaccai e ricevitorie) di distribuzione dei biglietti della Lotteria Italia viene venduto circa il 70% dei tagliandi.

Negli altri canali di vendita, in Autogrill – altro luogo classico per la vendita dei tagliandi della Lotteria Italia e dove ad ogni edizione finiscono sempre premi importanti – si registra una crescita record del +107%. Da notare che in Autogrill e stazioni di servizio viene venduto circa il 12% dei biglietti totali (erano l’8% nella scorsa edizione). Segno meno invece per l’acquisto online: via internet la vendita segna infatti un -47,4%.

Ma quali sono le regioni in cui ad oggi sono stati venduti più biglietti? Secondo quanto apprende Agimeg, la Lombardia è in testa a questa speciale classifica con il 15,2% di tagliandi staccati, seguita dal Lazio con il 12,1%, terzo posto per la Campania con l’8,7% del totale dei biglietti venduti. In top five anche l’Emilia Romagna, con il 7,5%, ed il Piemonte con il 6,6%. In Top Ten anche Toscana (6,1%), Veneto (5,7%), Sicilia (5,4%), Puglia (4,2%) e Marche (2,3%). Subito dietro Liguria (2,2%), Abruzzo (2,1%), Umbria (2%), la Calabria (1,8%), il Friuli (1,3%), la Sardegna (1,2%), il Trentino Alto Adige (0,9%), la Basilicata (0,7%), il Molise (0,3%), fanalino di coda la Valle d’Aosta (0,2%).

Nel dettaglio, in Umbria fino ad ora sono stati venduti 125.188 biglietti: 68.853 in provincia di Perugia e 56.335 nel Ternano.

A livello locale, Roma è la prima provincia in Italia per biglietti venduti, oltre 600 mila: nella Capitale è stato finora staccato un biglietto su dieci (9,6%). Milano è in seconda posizione con 381mila biglietti (il 6,1%), seguita da Napoli con il 5,1% (319mila tagliandi), poi Torino (4%, 250mila biglietti) e Bologna (2,7%, 169mila biglietti).

Tra le città dove sono stati venduti più tagliandi anche Firenze (2%, 125 mila biglietti), Palermo (1,6%, 100 mila biglietti), Brescia e Salerno con l’1,5%, Bergamo, Bari e Venezia con l’1,4%, Genova, Verona e Monza-Brianza con l’1,3%, Catania e Varese con l’1,2%, Perugia e Caserta con l’1,1%, Padova con l’1%.

Infine, secondo un'elaborazione Agimeg, rapportando il numero di tagliandi venduti con la popolazione residente, è Bologna la città in testa a questa speciale classifica, con un venduto procapite di 0,43 biglietti per abitante. Napoli è in seconda posizione con 0,35, terzo posto per Firenze e Venezia, appaiate con 0,34 biglietti per abitante. In top five anche Torino e Bari, rispettivamente con 0,29 e 0,28 tagliandi per abitante. Milano si deve "accontentare" della sesta posizione, con un rapporto di 0,27 biglietti per abitante, seguita da Terni con 0,26 e da Catania con 0,25. Roma, la città che in assoluto ha staccato più tagliandi (oltre 600 mila, quasi uno su dieci a livello nazionale) è solamente nona in questa classifica, con 0,22 biglietti per abitante. Chiude la Top Ten Messina con 0,2 biglietti per abitante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni scommette sulla Lotteria Italia: è tra le città del Belpaese dove sono stati venduti più biglietti

TerniToday è in caricamento