menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

La street art come valore aggiunto della città. La proposta: “Un murale dedicato a San Valentino sul genere dell’opera per San Gennaro”

L’atto di indirizzo del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia: “La realizzazione dei murales concilia al contempo le esigenze di decoro del territorio e del patrimonio”

Creare un nuovo arredo urbano, contrastare i fenomeni di vandalismo e migliorare l’estetica degli spazi di fruizione pubblica. Sono gli obiettivi che si prepone la ‘street art’ e vengono indicati dal gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, mediante un atto di indirizzo. Di recente creazione i murales lungo via Giotto e via dei Castelli, a seguito del progetto GemmellArte, curati dall’artista Caroline Derveaux i quali hanno riscosso interesse e suscitato interesse tra residenti e passanti. A questi se ne potrebbero computare anche altri, previa sottoscrizione del Disciplinare graffiti, presente all’interno del portale istituzionale. Nel recente passato anche i consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle si erano espressi favorevolmente nel veicolare l’arte di strada, proponendo di promuovere festival e bandi e poter garantire così un museo cittadino a cielo aperto.

Il gruppo di Fratelli d’Italia, all’interno dell’atto, impegnano sindaco e giunta: “Ad effettuare attraverso gli uffici di competenza un’accurata revisione di tutti i dipinti esistenti tra città e periferia per valutarne le condizioni”. Successivamente, come è previsto nel disciplinare: “Provvedere o far provvedere ad un’eventuale opera di restyling e restauro di quelli già presenti”. La valorizzazione può essere veicolata mediante: “L’aggiornamento dell’elenco dei dipinti già in essere e il relativo materiale fotografico pubblicato nella sezione dedicata all’interno del sito istituzionale”. Contestualmente: “Aggiornare ed eventualmente ampliare il numero dei portali messi a disposizione dei cittadini, per poter realizzare murales”.

Inoltre: “Che i bozzetti presentati agli uffici competenti per la realizzazione di murales vengano accuratamente valutati e selezionati da personale altamente competente e qualificato in materia, per far sì che poi le opere realizzate siano davvero un valore aggiunto per la città e per l’indotto turistico di settore, molto fiorente e seguito a livello internazionale”. Infine, la proposta: “Organizzare nei tempi e nei modi possibili la realizzazione di un murale rappresentante il santo patrono Valentino, in zona principale di accesso alla città con alta visibilità, sul genere dell’opera di Jorit rappresentante San Gennaro a Napoli”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto a Terni, è scomparso lo storico dirigente Enrico Clementoni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento