Attualità

Allarme suicidi, al ponte di Augusto arrivano le barriere: ci sono progetto e soldi, manca l’ok della Soprintendenza

Il consiglio comunale di Narni ha approvato un atto di indirizzo per sollecitare l’installazione. Tramini (5 stelle): non è la soluzione definitiva ma un tentativo per provare a salvare anche solo una vita

Il consiglio comunale di Narni ha approvato all’unanimità un atto di indirizzo per “sollecitare gli enti competenti a portare a compimento, nel minor tempo possibile, l'installazione delle barriere di sicurezza nella rupe antistante il Ponte d'Augusto”. Barriere che verranno installate non sul ponte ma sulla rupe antistante. La Provincia di Terni ha completato il progetto, la Regione Umbria ha programmato i fondi, manca solo il via libera da parte della Soprintendenza.

“Sappiamo bene che questa non è la soluzione definitiva – commenta Luca Tramini, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle - ma soltanto l’ultimo uomo, il portiere da schierare in campo per provare a salvare anche solo una vita. Quando ormai tutti gli altri strumenti di difesa non sono riusciti ad intercettare il problema o non sono riusciti a fermarlo, resta solo il portiere, le barriere”.

Tramini cita poi “un dato sconvolgente”, ossia quello secondo il quale “in Italia secondo le stime i suicidi sono 4mila ogni anno e sono diventati la principale causa di morte nella fascia 15-29 anni. Inoltre la situazione è preoccupante anche in Umbria, dove tra 2016 e 2017 ci sono stati almeno 20 casi, 7 dei quali solo nel 2017”.

“Il consiglio comunale – prosegue il consigliere 5 stelle - ha proposto anche di tornare a parlare di punti di ascolto e di aiuto, che a Narni prima del Covid erano aperti il martedì dalle 9 alle 13 e venerdì dalle 14 alle 17, e di fare il punto sulla problematica del suicidio nel nostro comune al fine di lavorare ed implementare gli strumenti di ascolto e di aiuto, andando anche ad analizzare il lavoro svolto con le scuole. Bisogna parlare di questa problematica, soprattutto dopo questa pandemia, soprattutto dopo il lockdown. Bisogna tornare a parlare di salute mentale e di psicologo di base”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme suicidi, al ponte di Augusto arrivano le barriere: ci sono progetto e soldi, manca l’ok della Soprintendenza

TerniToday è in caricamento