Non autosufficienza, a disposizione dei Ternani ancora oltre 200 mila euro

Incontro tra Cecconi e Barberini, a Perugia, per verificare lo stato di attuazione dei bandi che mettono a disposizione i fondi comunitari, destinati alla assistenza e per risolvere il tema delle scadenze temporali

Si sono incontrati a Perugia l'assessore al Welfare Marco Celestino Cecconi e l’assessore regionale Luca Barberini, per verificare lo stato di attuazione dei bandi che mettono a disposizione, tramite le Regioni, i fondi comunitari destinati alla assistenza delle persone non autosufficienti e soprattutto per risolvere il tema delle scadenze temporali. Nei bandi 'Family Help' e 'Anziani non autossuficienti' ci sono per il territorio di Terni oltre 200mila euro.

“Un incontro estremamente necessario e positivo", ha detto Cecconi. "Anche per le note vicende legate al dissesto e al commissariamento dell’ente, su Terni c’è un problema di intercettamento delle risorse a disposizioni. Sul bando 'Vita indipendente' sono stati impiegati tutti i 120mila euro circa a disposizione, anche se i mandati sono stati attivati solo in questi giorni, dietro impulso dell’assessorato. Comunque sono soldi che stanno andando a favore di chi ha fatto a suo tempo la domanda. Situazione molto più complessa per gli altri due bandi dove c’era il rischio di una chiusura dei termini di rendicontazione. Fondamentali le rassicurazioni dell'assessore regionale di allungare i termini al fine di recuperare il terreno perduto e affinché tutte le risorse a disposizione siano realmente impiegate a favore delle persone non autosufficienti, siano essi anziani che persone gravate da vari problemi di salute”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei prossimi giorni le strutture dell’assessorato alle Politiche Sociali  "in un ottica di attività sociale attiva”, analizzeranno le banche dati di tutti coloro che al Comune o alla Asl hanno presentato domanda e che non hanno trovato accoglimento. “Abbiamo ripreso il discorso interrotto nella fase commissariale e quella precedente – conclude l’assessore - su vari fronti: non autosufficenza, interventi a favore dei minori, famiglie e giovani adulti. Proveremo a utilizzare tutte le disponibilità che vengono dalla commissione europea, che sono racchiusi nel titolo di agenda urbana, e che riguardano intere fasce di cittadini meno fortunati di altri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento