menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Ospedale di Terni, cambiano le modalità d’accesso, degenza e trasferimento. La ripresa progressiva delle attività

Ripresa progressiva all’interno dell’azienda ospedaliera dopo l’emergenza sanitaria legata al Coronavirus. Le novità

L’azienda ospedaliera Santa Maria ha previsto una serie di linee di indirizzo per la ripresa delle attività programmate, definite "differibili", durante l’emergenza sanitaria. Un ulteriore segnale di ripartenza per una struttura che ha risposto in maniera efficiente e repentina alle criticità poste in essere dalla diffusione della pandemia, accogliendo pazienti provenienti anche da fuori dei confini territoriali.

Cambiano alcune modalità per il preingresso rispetto alle precedenti disposizioni. Gli utenti saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea e all’utilizzo corretto della mascherina, mantenimento del distanziamento sociale, inviati all’igiene delle mani senza l’uso dei guanti. Non sarà più necessario compilare la scheda triage, eccezion fatta per il pronto soccorso.

L’accesso ai reparti resta interdetto se non ai caregivers - autorizzati precedentemente - che non saranno più sottoposti a tampone. Gli stessi dovranno scrupolosamente attenersi alle indicazioni comportamentali forniti dal personale sanitario. Permane l’impedimento di varcare le porte dell’ospedale qualora venga attestata una temperatura pari o superiore ai 37,5° salvo usufruire di prestazioni indifferibili.

Un’attenta valutazione telefonica è prevista per verificare la presenza di rischi Coronavirus sui pazienti. Gli stessi, sette giorni prima del ricovero programmato, dovranno indicare tutti i dettagli richiesti, propedeutici all’indagine ed anche in assenza di sintomi osservare un isolamento preventivo di sette giorni. Restano invariate le procedure in essere sui ricoveri da pronto soccorso centrale, pediatrico, ginecologico/ostetrico, oculistico, otorino.

I caregivers non dovranno essere sottoposti a tampone (tranne i genitori dei minori, ndr), come già evidenziato in precedenza, ma ottemperare a tutte le norme anticontagio. Il trasferimento presso l’ospedale di Terni potrà essere accettato previa effettuazione del tampone entro le 24 ore precedenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento