rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

Ospedale di Terni “evitare episodi di sovraffollamento nell’area del pronto soccorso”. Scatta l’interrogazione

Il documento a carattere di urgenza è stato presentato dai consiglieri del Partito democratico Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis

“Criticità riscontrate al pronto soccorso dell’ospedale di Terni”. I consiglieri comunali del Partito democratico Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis hanno presentato un’interrogazione a carattere di urgenza, sottoposta al sindaco Leonardo Latini ed alla giunta di Palazzo Spada.

All’interno del documento i consiglieri segnalano che: “L’Azienda ospedaliera, al fine di ricavare ulteriori posti di rianimazione - all’interno della stessa - per far fronte all’emergenza Coronavirus, ha notevolmente ridotto negli scorsi mesi gli spazi del pronto soccorso. In ragione di tale diminuzione – aggiungono De Angelis e Filipponi - ed al fine di avere a disposizione ulteriori spazi, sono stati adibiti a tale scopo alcuni locali precedentemente utilizzati come magazzini per le cartelle cliniche, farmacia e tutti gli spazi dedicati all’endoscopia digestiva”.

Il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR): “inserisce il pronto soccorso tra le aree a più alto rischio Covid-19, il cui personale necessiterebbe pertanto di dispositivi di sicurezza ed ambienti di lavoro adeguati, mentre i nuovi spazi individuati risultano essere spesso privi di ricambio d’aria, vista la loro natura di locali da stoccaggio, sprovvisti di aperture naturali e dei sistemi di aspirazione necessari per evitare i rischi di contaminazione”.

Secondo i consiglieri Dem “le nuove assunzioni tra il personale infermieristico non hanno apportato un necessario incremento nella dotazione di maestranze rispetto alle reali necessità, non riuscendo a coprire né i pensionamenti né le fughe verso le altre regioni, le quali hanno provveduto alle stabilizzazioni in tempi adeguati. Le nuove unità spesso vengono assegnate direttamente nelle aree critiche, in assenza di un adeguato tutoraggio e accompagnamento da parte del personale esperto. Appare quantomeno singolare che, nel mentre, si facevano investimenti per ampliare le terapie intensive non si fosse pensato a dotare i nuovi spazi del pronto soccorso, ancorché insufficienti, di idonee strumentazioni tese a favorire il necessario ricambio di aria”.

Poiché: “nei giorni scorsi si sono verificati episodi di sovraffollamento nell’area del pronto soccorso” gli esponenti Pd interrogano sindaco e giunta su: “Quali azioni si intendono chiedere all’Azienda ospedaliera, al fine di evitare tali situazioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Terni “evitare episodi di sovraffollamento nell’area del pronto soccorso”. Scatta l’interrogazione

TerniToday è in caricamento