Palazzo Spada, minoranza: "Dopo l'invito della maggioranza a lavorare uniti, bisogna passare ai fatti"

I gruppi di minoranza al consiglio comunale di Terni chiedono ai colleghi di maggioranza di dare seguito alle loro intenzioni per lavorare uniti: "Adesso passiamo ai fatti".

"Dalle parole di passi ai fatti". Questa la richiesta dei gruppi di minoranza del consiglio comunale di Terni, dopo l'invito della maggioranza teso a costruire un piano di lavoro congiunto, sindaco e giunta in testa, per il bene della città. 

In una nota, i consiglieri di Senso Civico, Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e Terni Immagina, si rivolgono direttamente ai loro colleghi di centrodestra: "Apprezziamo l'invito al dialogo di alcuni gruppi consiliari di maggioranza che chiedono di lavorare tutti insieme all'emergenza che vive la città. È quanto chiediamo da tempo anche noi al sindaco e a tutta la maggioranza consiliare.

Che queste forze moderate - proseguono i consiglieri di opposizione -  abbiano inteso raccogliere l'invito è positivo e può segnare una svolta. A loro chiediamo che dalle parole si passi ai fatti. Che guidino anche la Lega e Fratelli d'Italia su questo sentiero che indicano e dove da tempo insieme alla città li aspettiamo con proposte e spirito collaborativo. La città di Terni vive momenti drammatici e in questo frangente non può esserci spazio per divisioni, polemiche inutili, anacronistiche e mortificanti.  Ai politici e in particolare agli amministratori locali non compete giudicare i cittadini ma osservare e governare".  

"Dialogo comune"

C'è bisogno di costruire un dialogo comune - scrivono i consiglieri di minoranza - come succede quasi dovunque e che solo a Terni fin qui è stato impossibile per la mancanza di un direttore di orchestra capace di dirigere e mettere a tacere le voci stonate.

Andiamo avanti e preoccupiamoci di affrontare le emergenze dei ternani. Partiamo da quella abitativa, chiedendo al presidente Ater di venire in commissione per risolvere il problema dell'abitazione a cui hanno diritto i nuclei familiari piu numerosi che in queste ore aspettano con ansia e da troppo.

"Il problema della raccolta differenziata per i cittadini positivi al covid"

Affrontiamo il problema della raccolta differenziata e dei tanti in isolamento, che sono stati dimenticati: occorre intervenire celermente per risolvere il problema della raccolta dei rifiuti dei malati di Covid-19.

Preoccupiamoci delle questioni cruciali, dei servizi e delle mense scolastiche. La città ci chiede di prendere finalmente tutti in mano i suoi problemi e tracciare insieme una road map, isolando e mettendo a tacere chi vuole dividerla e continuare a dimenticarla".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Terni sotto shock, è morto l’avvocato Massimo Proietti. Il cordoglio delle istituzioni e l'annuncio dei funerali

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

Torna su
TerniToday è in caricamento