rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità

Pasticcini dell’altro mondo, Giulia Giocondi finalista al World Pastry Stars

La giovane titolare di Tonka è tra le cinque migliori pasticcere ad aver partecipato al contest promosso da Italian Gourmet. Il 20 maggio il verdetto

Non ha ancora compito trent’anni ed è una maga della pasticceria. Che siano torte o biscottini, Giulia Giocondi fa senz’altro parte della nuova generazione di pasticceri ternani che, pian piano, a colpi di frusta e sac à poche, si stanno facendo strada guardando anche fuori dai confini cittadini. E infatti, dopo che lo scorso settembre, a Milano, il suo panettone è stato nominato il migliore di tutta l’Umbria da una giuria presieduta dal maestro Iginio Massari, Giulia sta vivendo una nuova sfida.

Giulia Giocondi-3Dopo aver partecipato insieme a tante altre pasticcere al contest promosso da Italian Gourmet, la giovane titolare di Tonka è rientrata tra le 5 finaliste del concorso che vuole valorizzare l’interpretazione femminile della pasticceria. La finale si svolgerà il 20 maggio a Milano in un contesto internazionale, ossia il World Pastry Stars.

“Ogni anno viene promossa una prova particolare - racconta Giulia -. Questa volta il concorso è incentrato sulla pasticceria da tè, così mi sono cimentata in pasticcini particolari, così come era richiesto. Per quanto possa sembrare facile, non è così scontato proporre pasticcini innovativi, ma ho fatto del mio meglio”. E’ stato proprio l’aspetto innovativo, infatti, ad essere elemento di giudizio, accanto a creatività, gusto, equilibrio, estetica e packaging. La nostra pasticcera ha giù superato le semifinali, ed ora è in attesa dell’ultimo appuntamento, fissato per il 20 maggio a Milano: “Il World Pastry Stars è un appuntamento molto importante del settore - dice ancora Giulia -, e richiama moltissimi partecipanti. Quindi essere tra le finaliste di questo contest dedicato alle pasticcere donne è davvero emozionante”.

Pasticcini GIulia Giocondi-2

Pasticcini stellari

Ma quali sono i pasticcini che hanno conquistato il palato dei giudici facendo arrivare Giulia Giocondi in finale? “Ogni partecipante doveva presentare cinque pasticcini - afferma -. Io ho optato per un frollino al cocco con all’interno due ganache, una al cocco e l’altra al lampone; un frollino alla canapa con confettura artigianale di arance rosse; un biscotto croccante agli anacardi con confettura artigianale ai mirtilli; un diamante alla vaniglia glassato al frutto della passione e un diamante alla noce pecan glassato al cioccolato 75%”. Delle piccole prelibatezza, insomma, per una ragazza che, da adolescente, pensava di seguire la strada dei genitori, entrambi avvocati: “Nonostante io abbia sempre avuto una grande passione per i dolci, tanto che già quando andavo a scuola portavo in torte fatte da me per il mio compleanno, pensavo di fare l’avvocato, e infatti per un anno e mezzo mi sono anche iscritta a Giurisprudenza, poi ho capito che la mia strada era un’altra”.

Ora non rimane che incrociare le dita per Giulia, in attesa del verdetto del 20 maggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasticcini dell’altro mondo, Giulia Giocondi finalista al World Pastry Stars

TerniToday è in caricamento