rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità

Pnrr Umbria, Donatella Tesei annuncia: “Trentanove progetti già finanziati”. Tutti gli interventi per Terni e provincia

“Edilizia scolastica, sanità, sociale, rigenerazione urbana, mobilità, aree interne, impianti sportivi, idrogeno, borghi, sviluppo socioeconomico nell’area del sisma”. La governatrice fa il punto della situazione

Trentanove progetti relativi all’Umbria, già finanziati con le risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza, per un complessivo di 1,57 miliari di euro. Ad annunciare la portata degli interventi la Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta oggi, venerdì 18 febbraio.

Secondo la governatrice si tratta di: “Un totale già molto rilevante e sicuramente destinato a crescere, frutto di un lavoro straordinario che la Regione ha portato avanti e che continua per intercettare ogni risorsa utile in modo da invertire la rotta, dopo anni di incredibile declino, e costruire l’Umbria che mancava, in termini di mobilità, sviluppo, lavoro, occupazione per i giovani e le donne”.

“Il Pnrr Umbria – ha affermato la Presidente – è stato disegnato con la chiara visione di attraverso risorse, secondo le linee nazionali ed europee, con la logica di fungere da acceleratore della nostra economia e superare alcune carenze storiche della nostra regione, che ne hanno impedito lo sviluppo, al punto da essere decretata come la peggiore d’Italia per perdita di Pil dal 2000 al 2019”.

“Il nostro lavoro si è caratterizzato per una intensa attività di rappresentazione dei nostri progetti ai Ministeri interessati – ha proseguito – conseguendo intanto già finanziamenti per 39 progetti, dall’edilizia scolastica, alla sanità, al sociale, rigenerazione urbana, mobilità, aree interne, impianti sportivi, all’idrogeno, ai borghi, allo sviluppo socioeconomico nell’area del sisma. Capitolo a parte è rappresentato dal Pnrr Sanità, che presenteremo dopo l’interlocuzione con tutti i portatori di interesse, che disegna la nuova sanità territoriale dell’Umbria, per la quale sono già stati finanziati 108 milioni di euro”.

“Nel totale degli 1,57 miliardi per i 39 progetti che illustriamo, comprensivi di 510 milioni quale primo finanziamento per l’Alta velocità regionale Roma-Orte-Falconara, non sono computati – ha spiegato – gli interventi che prevedono finanziamenti attraverso bandi, cui stiamo partecipando e parteciperemo alla loro pubblicazione. Non sono compresi neanche alcuni progetti finanziati al di fuori del Pnrr, ma di cui il Pnrr e la nostra negoziazione e la costante interlocuzione ha permesso il finanziamento, quali la Cittadella Giudiziaria di Perugia e il completamento della Quadrilatero. Stiamo lavorando anche per il completamento della E78”.

“Con le associazioni di categoria e i sindacati, dopo aver condiviso l’impostazione del Piano regionale, condividerò la messa a terra di questi progetti che avranno una ricaduta positiva forte sul lavoro e le imprese del territorio” ha aggiunto la presidente Tesei, ringraziando in particolare Cna: “Per l’analisi effettuata sul Pnrr e l’aver riconosciuto alla Regione di aver svolto un lavoro eccellente”.

Focus su come si procederà: “Attraverso un doppio binario. Da una parte per l’attuazione degli interventi finanziati, sostenuta dal rafforzamento della macchina regionale e delle partecipate, con apposite task force, il contributo di 22 professionisti esperti e l’utilizzo delle opportunità di rafforzamento del personale che offre il Pnrr Sanità. A sostegno degli altri Enti attuatori, Comuni e Province, è già stata sottoscritta una convenzione con Anci ed è già stato aperto un confronto concreto con la neo presidente dell’Upi, Laura Pernazza”.

Secondo binario quello della prosecuzione: “Del lavoro negoziale e di partecipazione ai bandi su progettualità coerenti con il Pnrr regionale. Ritengo concreta – ha detto la presidente Tesei – la possibilità di realizzare una grande centrale a idrogeno a Terni, al servizio di Ast, rendendo più competitive le Acciaierie, e dell’Hydrogen Valley progettata dal sindaco di Terni Latini, a beneficio di tutto il territorio regionale. E concreta è anche la possibilità di realizzare la stazione ferroviaria di Collestrada, snodo multimodale strategico fra ferrovie, strade, aeroporto e il centro fieristico Umbria Fiere. Allo stesso modo – ha aggiunto – ritengo possibile – la riconversione della chimica ternana con il progetto della valle sostenibile attorno alle bioplastiche, progetto bandiera dell’Umbria”.

 La presidente della Regione ha ricordato il suo forte pressing per tre progetti nell’area sanitaria: la realizzazione del polo vaccinale animale presso l’Istituto Zooprofilattico sperimentale di Umbria e Marche, le terapie innovative con cellule Car-T presso il Creo dell’ospedale di Perugia, una clinica per disabili gravi al “Serafico” di Assisi.

   “Non ci fermeremo – ha detto- Intanto con la nostra azione e i nostri interventi – ha rilevato – stiamo costruendo l’Umbria di domani, garantendole quegli indispensabili collegamenti ferroviari e stradali e un aeroporto che ci collega con l’Europa e il mondo. Stiamo disegnando l’Umbria che mancava e questo produrrà significativi effetti moltiplicatori, farà girare la nostra economia: un circolo virtuoso che produrrà lavoro e occupazione e darà ulteriore spinta alla crescita del nostro Pil, confermando quell’inversione di tendenza già registrata nel 2021, quando l’Umbria in termini di Prodotto interno lordo è cresciuta come e meglio dell’Italia, con previsioni molto positive per il primo semestre 2022”.

 Nel corso della conferenza stampa di presentazione, la presidente Tesei ha salutato con soddisfazione la prossima visita annunciata per venerdì 25 a Norcia dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “Sono felice – ha affermato- che abbia scelto Norcia per la prima visita istituzionale dopo la sua rielezione: potrà verificare da vicino quanto abbiamo fatto in questi due anni per accelerare la ricostruzione e quanto sia stata giusta la nostra battaglia per ottenere un Pnrr complementare per sostenere lo sviluppo economico e sociale della nostra Valnerina”. Gli effetti che produrrà il Pnrr dell’Umbria sull’economia e l’occupazione regionale saranno anche al centro di uno studio che svolgeranno insieme Agenzia Umbria Ricerche e Università degli Studi di Perugia.

I progetti attuati 

Ministero dell’Istruzione: Piano di messa in sicurezza e riqualificazione dell’edilizia scolastica (Regione Umbria) euro 10.799.056,45; Piano di sostituzione di edifici scolastici e di riqualificazione energetica (Provincia di Terni) euro 4.636.761,79; Piano di sostituzione di edifici scolastici e di riqualificazione energetica (Provincia di Perugia) euro  15.238.203,88; Costruzione di nuove scuole; incremento posti negli asili nido; incremento delle infrastrutture destinate alle mense scolastiche; incremento delle palestre scolastiche; messa in sicurezza e riqualificazione delle scuole (Regione Umbria) euro 66.126.476,55;

Ministero della Salute: Ripartizione programmatica alle Regioni: Case della Comunità, Implementazione COT, Ospedali di Comunità; Ammodernamento Parco Tecnologico; Sviluppo competenze tecnico professionali (Regione Umbria) euro 106.010.455,95;

Ministero Lavoro e Politiche Sociali: Politiche attive del lavoro e formazione, Programma GOL (Regione Umbria - Arpal) euro 11.929.000,00; Progetti a) Sostegno alle persone vulnerabili e prevenzione dell’istituzionalizzazione degli anziani non autosufficienti; b) percorsi di autonomia per persone con disabilità; c) housing temporaneo e stazioni di posta (Regione Umbria) euro 16.970.500,00;

Ministero Politiche Agricole, Alimentari e Forestali: Interventi nella gestione delle risorse idriche, riparazione opere idrauliche, Lavori di ristrutturazione, ammodernamento e potenziamento degli impianti di irrigazione ecc. (Consorzi di Bonifica) euro 70.463.217,67;

Infrastrutture e Mobilità Sostenibili: Rinnovo flotte bus (Regione Umbria) euro 10.139.185,00; Rinnovo treni (Regione Umbria) euro    6.394.964,07;

Pinqua - Progetti di rigenerazione urbana (Regione Umbria) euro 28.998.874,21; Pinqua (Comune Perugia) euro 29.848.772,71; Rinnovo materiale rotabile autobus TPL urbano ad emissioni zero (elettrici/idrogeno) (Regione Umbria) euro 14.920.000,00;

Mobilità ciclistica turistica: tratti umbri ciclovia Monte Argentario- Civitanova Marche (Regione Umbria) euro 20.000.000,00; Mobilità ciclistica urbana: finanziamento di ciclovie di ambito urbano-metropolitano (Regione Umbria) euro 2.630.000,00;

Linea BRT Bus Rapid Transit (Comune Perugia) euro 86.710,000,00;

Programma Safe Edilizia Residenziale Pubblica: riqualificazione alloggi ERP (Regione Umbria) euro 36.650.000,00;

Edilizia Penitenziaria Miglioramento spazi carceri adulti - costruzione padiglione “modello” (Comune Perugia) euro 10.500.000,00;

Interconnessione Diga Chiascio e collegamento al sistema acquedottistico Perugino-Trasimeno. (LOTTO 1) (Regione Umbria) euro 16.200.000,00; Opere di adduzione primaria dal serbatoio sul fiume Chiascio (LOTTO 2- 2° stralcio- 3° substralcio) (Regione Umbria) euro 17.270.000,00;

Alta velocità regionale (AVR)- Roma / Orte / Falconara (RFI) euro 510.000.000,00; (primo stralcio da ripartire su opere a livello territoriale) FCU interventi infrastrutturali e tecnologici sull’intera rete (Regione Umbria) euro 163.000.000,00; Collegamento ferroviario Terni- Rieti- L’Aquila – Sulmona opere prioritarie (Regione Umbria - RFI) euro 7.530.000,00; Raccordo Ferroviario Terni (Regione Umbria - RFI) euro 2.000.000,00;

Strategia area interna: Interventi su strade (Provincia Perugia + Provincia di Terni) euro 14.780.000,00; Ministero Coesione: CIS Cratere (Regione Umbria) euro 22.500.000,00;

Commissario straordinario Ricostruzione Sisma 2016: Progetto Santo Chiodo (Regione Umbria) euro 9.750.000,00; Strada 3 Valli (Regione Umbria) euro 27.000.000,00; Stazioni Ferroviarie Baiano di Spoleto, Spoleto (RFI) euro 5.000.000,00; Strade Comunali (Comuni area cratere) euro 5.628.000,00; Rigenerazione Impianti Sportivi (Comuni area cratere) euro 9.900.000,00; Riqualificazione Urbana (Comuni area cratere) euro 18.760.000,00;

Progetto Università e centri di ricerca - Centro Digitalizzazione Beni Culturali - Spoleto (Università di Perugia) euro 14.150.000,00;

Produzione idrogeno per collegamento ferroviario Terni- Rieti- L’Aquila–Sulmona (RFI) euro 22.000.000,00;

Azione a sostegno delle imprese (Regione Umbria + Invitalia) euro 110.000.000,00 (stima quota regionale a valere su fondo complessivo stanziato);

Ministero della Cultura: Progetti locali piccoli borghi Linea B (Comuni   interessati) euro 12.657.812,98; Progetto pilota Borghi a rischio abbandono e abbandonati Linea A (Comuni) euro    20.000.000,00;

Tutela e valorizzazione dell’Architettura e del Paesaggio Rurale (Soggetti privati e del terzo settore proprietari, possessori o, a vario titolo, detentori del patrimonio culturale rurale) euro 13.179.017,05;

Ministero dell’Interno: Progetti di Rigenerazione Urbana (Comuni) 18.000.000,00.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr Umbria, Donatella Tesei annuncia: “Trentanove progetti già finanziati”. Tutti gli interventi per Terni e provincia

TerniToday è in caricamento