Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità

Progetto stadio Liberati, Latini: “Riqualificazione e convenzione in scadenza”. Novità sottopasso viario e pannelli segnaletici

Il dibattito in prima commissione consiliare: “Abbiamo inserito l’obbligo per la realizzazione del sottopasso carrabile per la dichiarazione di interesse pubblico che collegherà lo stadio ai parcheggi del cimitero”

Il penultimo passaggio in vista della votazione, prevista esattamente tra una settimana in sede di consiglio comunale, sulla delibera concernente la dichiarazione di pubblico interesse del progetto stadio Libero Liberati. Nel corso della prima commissione consiliare è stato esaminato il punto all’ordine del giorno relativo alla riqualificazione, valorizzazione, gestione, in condizioni di equilibrio economico-finanziario dell’impianto. Prima dell’inizio dei lavori la commissione ha respinto la duplice richiesta presentata dal capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti il quale chiedeva, prima di esaminare l’atto, di audire l’assessore regionale Luca Coletto ed il presidente Stefano Bandecchi.

Il sindaco Leonardo Latini ha ricordato l’iter procedurale, antecedente alla presentazione della delibera in commissione: “L’argomento è abbastanza conosciuto ed oggetto di un vivace dibattito, indice di forte interesse generale percepito nei confronti del tema. Al consiglio comunale si chiede di dichiarare l’interesse pubblico che riguarda l’opera. La città ha necessità, dal punto di vista dell’impiantistica, di avere uno stadio nuovo. Un impianto che, al momento, necessiterebbe di una serie di interventi di adeguamento. Abbiamo una convenzione in scadenza nel 2022 che va ricontrattata. C’è un forte interesse ad avere un impianto nuovo che sgraverebbe il comune di oneri relativi a manutenzione ordinaria e straordinaria. Una riqualificazione di una vasta area, contemplando anche il palasport, davvero importante”.

A seguito delle domande formulate dai commissari l’architetto Piero Giorgini, ossia il Responsabile Unico Procedimento, ha illustrato alcuni aspetti concernenti la viabilità: “Oltre al sottopasso pedonale, in fase di progettazione, di via Airoldi è prevista la realizzazione di un parcheggio, dietro la ferrovia, di circa 300 posti. Tra gli interventi di scenario era stato prospettato un ulteriore sottopasso pedonale. Abbiamo aggiunto l’obbligo di computare anche quello viario per poter dichiarare il pubblico interesse”. Il comune potrebbe supportare il preponente con il contribuito che RFI destina, nel caso di chiusura del passaggio a livello.   

“Un ulteriore intervento concerne la riorganizzazione viaria del comparto di viale dello Stadio, via Leopardi per arrivare a viale Borsi. Deve essere inserito nella progettazione definitiva. Tra gli obiettivi quello di far scendere i tifosi ospiti in via Borzacchini e soffermarsi su un’area protetta. Attraverso il percorso pedonale arriveranno nella parte a loro delicata. Sono previsti inoltre dei pannelli a messaggi variabili per indirizzare le persone ai parcheggi, oltre che un sistema funzionale di navette”. Sul Liberati: “Il campo del Liberati rimarrà quello attuale. È stato valutato adeguato e conforme dal preponente. La demolizione delle tribune verrà fatta per step”.

Sulle motivazioni di pubblico interesse: “Lo stadio è una struttura di proprietà del comune di Terni e resterà tale dopo l’eventuale intervento. Per una struttura del comune vengono investiti circa 25 milioni di euro. C’è poi da ricordare l’interesse generale dell’opera: dieci ettari di terreno riqualificati con infrastrutture, parcheggi, verde, viabilità ed alberi. Infine l’impianto potrebbe rispondere alle normative per poter giocare partite di Serie A ed extranazionali”. Sono stati poi evidenziati pareri e prescrizioni presentati dai soggetti preposti. Tra le più significative quelle relative il garantire la sicurezza, mediante sistemi di videosorveglianza e un assetto viario conforme e capace di supportare anche volumi di traffico consistenti. A tal proposito la Prefettura, a seguito del tavolo tecnico sul tema, ha indicato come priorità quella di far funzionare il sistema garantendo la concomitanza degli stessi eventi in programma. Domani secondo round con inizio alle 9. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto stadio Liberati, Latini: “Riqualificazione e convenzione in scadenza”. Novità sottopasso viario e pannelli segnaletici

TerniToday è in caricamento