La proposta della Confcommercio Terni: “Lo Sbaracco per l’ultimo weekend di settembre. Shopping diffuso in città”

L’idea nasce per offrire ai commercianti la possibilità di esporre gratuitamente, all’esterno del proprio locale, le rimanenze delle recenti stagioni

foto Giacomo Sirchia

Una proposta per dare un immediato sostegno al tessuto commerciale di prossimità, in questa fase piuttosto delicata post emergenza sanitaria. Confcommercio Terni lancia l’idea di promuovere un week end, l’ultimo di settembre, di shopping diffuso in città.

La proposta dello ‘Sbaracco’

L’iniziativa è quella dello ‘Sbaracco’ – già sperimentata con successo in altre città - per offrire ai commercianti la possibilità di esporre gratuitamente, all’esterno del proprio locale, le rimanenze delle recenti stagioni primavera ed estate.  Se la situazione sanitaria e la relativa normativa lo dovessero consentire, si darebbe l’opportunità in particolare al settore abbigliamento e calzature, di vendere a prezzi scontati consentendo acquisti a condizioni davvero concorrenziali.

Come sottolinea Confcommercio Terni: “Affinché l’iniziativa sia efficace, è necessario che il comune congiuntamente alle associazioni di categoria, disciplini e coordini le condizioni per la partecipazione dei commercianti interessati”. Sul piano dell’animazione commerciale l’associazione ribadisce comunque l’esigenza di realizzare una calendarizzazione degli appuntamenti cittadini riservati al commercio, da riproporre annualmente. In base a questa programmazione, gli operatori potrebbero definire strategie ed adeguate politiche di vendita, piuttosto che rincorrere eventi estemporanei: “Occorre una più ampia e diffusa presa di coscienza da parte della amministrazione pubblica, della politica locale e degli stessi imprenditori affinché la rigenerazione urbana sia vista come volano per il cambiamento verde e digitale della nostra città”.

“Dobbiamo progettare diversi modelli di organizzazione” sostengono da Confcommercio Terni “adeguati per una nuova e moderna comunità, riaffermando il valore economico e sociale dei servizi di prossimità, strumenti indispensabili per garantire sicurezza e legalità al territorio. L’attuazione di queste politiche integrate, se realizzate attraverso forme di partenariato pubblico/privato, può invertire significativamente il trend della nostra economia urbana. Sono processi di medio/lungo periodo: è urgente pertanto iniziare questo percorso progettuale in forma partecipata e condivisa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno store internazionale di abbigliamento apre in centro a Terni. Al via le selezioni: “Entro la fine del 2020 l’inaugurazione”

  • Coronavirus, ecco il farmaco più efficace contro ansia, depressione e panico da pandemia

  • Umbria Arancione | La nuova ordinanza regionale nella sintesi grafica

  • Umbria arancione | Misure restrittive confermate dalla Tesei fino al 29 novembre

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, nove decessi e 344 guarigioni. A Terni superata la soglia dei 1600 attuali positivi

Torna su
TerniToday è in caricamento