Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

Riparte il turismo sulla "Rupe". È attiva la piattaforma di prenotazione "OrvietoBooking"

La piattaforma di prenotazione dei principali monumenti della città è frutto di una campagna promossa dall'associazione "Orvieto centro" per mettere in rete le risorse e i servizi turistici della città"

Il progetto è stato in fase gestazione per alcuni mesi e frenato bruscamente dalla pandemia ma, dopo un primo rodaggio di sperimentazione, è finalmente online. Si tratta di "OrvietoBooking", una piattaforma finalizzata alla alla prenotazione acquisto di biglietti per le maggiori attrazioni turistiche del territorio orvietano e di pacchetti turistici personalizzati.

Parola d'ordine: "Fare rete"

L'idea di convogliare in un'unica piattaforma la possibilità di prenotare online le visite ai siti tursitici e archeologici orvietani, è partita da lontano e si è generata all'interno dell'incubatore di "Orvieto Centro. Centro commerciale naturale di Orvieto": "Negli ultimi anni - spiega Massimo Perali, fra gli ideatori del progetto - abbiamo cercato di creare una mentalità collaborativa fra quanti producono servizi all'interno della città. Da quelli enogastronomici, a quelli turistici e ricettivi. Da questa teoria del "lavoro di squadra", che crediamo sia l'unica davvero vincente soprattutto in tempi post pandemici, è nata la necessità di vederci proiettati nel mondo online in modo decisamente più funzionale rispetto a prima".

Dopo il primo evento di lancio "Scoprendo con Gusto", un percorso culturale, turistico e gastronomico che ha avuto luogo a ottobre, la rete di collaborazione fra gli esercenti è andata consolidandosi fino alla creazione della piattaforma "OrvietoBooking" (www.orvietobooking.com).

Fra i primi partner del progetto c'è Marco Sciarra, responsabile del complesso archeologico del "Pozzo della Cava", uno dei primi a riaprire dopo la pandemia e ad aderire alla campagna promossa dall'associazione "Orvieto Centro". Fra i siti prenotabili, a breve entreranno a far parte anche le grotte de "Il Labirinto di Adriano".

"Appena le restrizioni permetteranno nuove aperture - fanno sapere da "Orvieto Centro" - saranno disponibili non solo i singoli beni culturali ma anche pacchetti integrati con soggiorni e servizi nell'orvietano e nei territori circostanti. La piattaforma, progettata e sviluppata da Andromeda Archeologia ed Informatica Roma, è pensata per offrire molteplici servizi al turista". 

In cosa consiste il progetto

La piattaforma online consente la vendita dei biglietti, grazie a un sistema di obliterazione in dotazione al personale del sito turistico scelto. Inoltre, sarà possibile prenotare e acquistare la propria visita all'interno di specifiche fasce orarie, nel pieno rispetto delle normative imposte per il contenimento del covid-19. 

Il progetto, sostenuto interamente da fondi privati, è un ulteriore tassello inserito nel mosaico di rilancio turistico della città, che ha l'ambizione di oltrepassare i confini regionali e nazionali, andando a intercettare e ancorare un segmento turistico di maggiore qualità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riparte il turismo sulla "Rupe". È attiva la piattaforma di prenotazione "OrvietoBooking"

TerniToday è in caricamento