Samanta Togni, la simpatica gag in tv ed uno spaccato di ternanità: “Più umbri meno perugini”

La ballerina è stata ospite di Maurizio Costanzo nel programma ‘S’è fatta notte’ in seconda serata su Rai 1 andato in onda nei giorni scorsi

Rai uno

Un matrimonio già annunciato nelle scorse settimane, dapprima sui social e successivamente ufficializzato in tv. Il prossimo 15 febbraio 2020 Samanta Togni convolerà a nozze con il chirurgo plastico Mario Russo. Una data sicuramente significativa dato che, come è noto, successiva alla festa degli innamorati e di tutti i ternani. E proprio durante il programma ‘S’è fatta notte’ condotto da Maurizio Costanzo, in onda su Rai 1 in seconda serata, portando un piccolo ‘spaccato’ di ternanità parlando della sua nuova esperienza in teatro: “Provengo da una piccola città come Terni. Quando c’è un evento la gente ha piacere di partecipare, di vedere, il teatro è una forma d’arte meravigliosa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vi sentite più laziali o umbri? chiede Costanzo “Ci sentiamo umbri anche siamo ad un passo da Roma” Meno perugini? Aggiunge Enzo De Caro ospite anch'egli: “Meno perugini” conferma la Togni con un sorriso. Si chiama ‘Ricette d’amore’ e viene proposto al Manzoni di Roma. Una commedia alla quale partecipano anche Patrizia Pellegrino, Matilde Brandi, Federica Cifola ed Ascanio Pacelli: “Per me è stata una grande emozione. Prima ho fatto altre esperienze, ad esempio un musical dove comunque ballavo sempre. Stavolta ho lasciato completamente la danza e mi sono fatta coinvolgere in questa avventura dove ho scoperto che fa ridere mi diverte tanto”. Il ruolo interpretato? “Sono Susanna una ragazza della provincia di Terni, ma non di Terni ma Terni e dindorni, parlo abbastanza con l’accento pronunciato. Praticamente quando parlamo parlamo cucì, un po' burine. È anche una cadenza”. Sulla sua vita privata: “Avevo vent’anni quando è nato mio figlio. Siamo cresciuti insieme. Mi fa morire quando a volte afferma: mamma ti ricordi quando eravamo piccoli? Ma alla fine ha ragione. Ho rinunciato anche a tanti lavori con orgoglio perché essere mamma è una priorità, ora mi posso togliere qualche sfizio che è più grande”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento