Da ‘Scontiamo gli sconti’ alla ‘Festa della Rinascita’. Shopping e manifestazioni per la ripartenza: doppio week end di iniziative a Terni

Lo Sbaracco in negozio (26 e 27 settembre) anticiperà l’iniziativa organizzata dall’Ente Cantamaggio posticipata dal 2 al 4 ottobre

foto Giacomo Sirchia

Due iniziative per promuovere, far ripartire e garantire ulteriore spendibilità alla città. La ‘Festa della Rinascita’ promossa ed organizzata dall’ente Cantamaggio, in collaborazione con il comune di Terni, Fondazione Carit, Camera di Commercio e Regione Umbria è stata posticipata dal 2 al 4 ottobre. La kermesse, inizialmente prevista per il week end tra il 25-27 settembre, si contraddistinguerà con una serie di spettacoli, teatro, musica, sfilate, folklore e vuole essere di buon auspicio, dopo il lockdown causato dall'emergenza sanitaria, per una ripartenza per la città e tutte le attività commerciali. Ad aprire la tre giorni il 2 ottobre - alle 17 in piazza Europa - il concorso di poesie in vernacolo e l'intrattenimento di gruppi folk. Seguirà alle 21 in piazza Tacito lo spettacolo teatrale di Stefano de Majo con “Girando per Terni”. Spostandosi alle 22 e 30 in piazza Europa si potrà assistere alla kermesse del comico Dado in piazza Europa.

Lo sbaracco a negozio

Le associazioni di categoria, nelle giornate di sabato 26 e domenica 27 settembre, promuovono l’iniziativa “Lo sbaracco a negozio” con il patrocinio del comune. Rispetto alla tradizionale formula - prevalentemente concentrata all’esterno dei locali – è stata concertata una soluzione interna in ogni esercizio commerciale. La finalità è quella di evitare eventuale assembramenti lungo le vie, difficili da gestire ai sensi della normativa anti-contagio. Per gli esercizi interessati si tratta di realizzare, nel proprio locale, uno specifico angolo dedicato allo “sbaracco” in cui porre in vendita la merce a prezzi particolarmente ribassati rispetto ai tradizionali sconti già applicati alla clientela, tanto che lo slogan dell’iniziativa è “Scontiamo gli sconti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sarà dunque possibile vendere le rimanenze di magazzino le quali per effetto del lockdown, soprattutto nel settore moda con riferimento alla stagione primaverile, sono particolarmente rilevanti. Inoltre l’iniziativa punta a promuovere, in maniera integrata, l’intera offerta commerciale cittadina (non solo del centro), nell’intento di attrarre un più ampio flusso di potenziali clienti anche dai bacini geografici limitrofi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento