Sicurezza locali e discoteche, De Biagi: “No a sovraffollamento o somministrazione di alcolici a minori”

Riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Il prefetto di Terni invita i gestori a una "condivisione di responsabilità". E li richiama alla stretta osservanza delle regole

La riunione del comitato

Condivisione di responsabilità per garantire le condizioni di sicurezza all’interno dei locali di pubblico spettacolo e, in particolare, delle discoteche della provincia.

Questo l’invito del prefetto di Terni ai gestori dei locali di intrattenimento intervenuti ad una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, tenutasi presso il palazzo del Governo, con la presenza del questore e dei comandanti provinciali dell’arma dei carabinieri, della guardia di finanza e dei vigili del fuoco.

È stata richiamata l’attenzione degli intervenuti sulla necessità dello scrupoloso rispetto delle regole finalizzate alla tutela dell’incolumità degli avventori, specie dei più giovani, di discoteche e sale da ballo.

“Garantire la sicurezza costituisce un dovere morale oltre che giuridico – ha sottolineato il Prefetto –  non possono tollerarsi situazioni di sovraffollamento dei locali e somministrazioni di alcolici in orari non consentiti o addirittura a minori”.

Partendo dalle criticità emerse nel corso di recenti, dedicati, controlli effettuati dalle Forze di Polizia – che proseguiranno nel periodo natalizio e oltre –  il Prefetto e i vertici delle Forze dell’Ordine hanno auspicato una collaborazione sinergica affinché ciascuno, per la parte di propria competenza, concorra ad avviare ogni utile azione finalizzata ad assicurare, in una cornice di legalità, un giusto equilibrio tra sicurezza e divertimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I gestori, pur lamentando le difficoltà in cui si dibatte il settore, hanno convenuto sulla necessità di collaborare per una gestione sicura, regolare e sana del divertimento giovanile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento