rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Sport, supporto scolastico e punto d’ascolto: a Terni apre lo spazio civico di comunità ed è tutto gratuito

Il progetto, promosso dal ministero per i giovani, vede come capofila l’Olympia Thyrus: è rivolto a giovani da 18 a 34 anni e proseguirà per i prossimi due anni. La presentazione

Spazi civici di comunità è un’iniziativa promossa dal ministro per lo sport e i giovani, Andrea Abodi, attraverso il dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale della presidenza del consiglio dei ministri in collaborazione con Sport e salute spa, la società dello Stato per la promozione dello sport e dei corretti stili di vita.

Una vera e propria “chiamata alla partecipazione sociale”, rivolta ai giovani dai 14 ai 34 anni, che ora arriva anche a Terni grazie al progetto “Spazio civico di comunità”, presentato questa mattina a Palazzo Spada, che prevede numerose attività gratuite e “l’opportunità di uno spazio concreto per accogliere i giovani, valorizzare le loro risorse, rispondere alle loro domande, sostenerli nel loro percorso di realizzazione, rafforzando i valori educativi dello sport, la lealtà ed il rispetto reciproco”.

Lo spazio civico ha avviato l’attività lo scorso 12 febbraio presso gli spazi della parrocchia di San Paolo in via Rossini, durerà due anni e sarà aperto a chiunque vorrà iscriversi. La società capofila del progetto è Olympia Thyrus S. Valentino. A lavorare in sinergia come partner del progetto saranno le associazioni Asd Psg Bosico Volley, Asd Pgs Bosico Basket, Asd Don Bosco Bosico Calcio 1946, il Comune di Terni, la parrocchia di San Paolo e la cooperativa sociale Actl.

“L’obiettivo è la crescita armonica delle giovani generazioni, da rendere consapevoli e proattive, valorizzando valori quali l’inclusione, la condivisione, il fairplay da attuare in ogni contesto della vita e sarà promosso lo sviluppo della consapevolezza di sé. Ci piacerebbe – commenta Sandro Corsi, presidente di Actl e Olympia Thyrus - che l’idea di questo spazio civico possa essere considerata una sperimentazione volta a favorire e promuovere il protagonismo dei giovani e a educare attraverso lo sport anche in altri contesti cittadini”.

Alle associazioni si affiancherà l’impegno di molti volontari e professionisti per dar vita ad un programma di attività che oltre allo svago e al divertimento, punta diritto all’ambizioso obiettivo di crescita sociale di tutta la comunità, trainata dalla forza propulsiva dei giovani.

Le attività sportive proposte saranno calcio, pallacanestro, pallavolo, percorsi di empowerment riservati ai maggiori di 18 anni in affiancamento ai tecnici sportivi. Le attività extra-sportive saranno supporto scolastico, percorsi learning by doing in attività extra sportive dei giovani maggiori di 18 anni, punto di ascolto, fairplaylab laboratori artistico-espressivi, UrbanLab – laboratorio ambiente urbano.

“Tutte le attività – spiegano i promotori del progetto - saranno seguite con attenzione al fine di perseguire anche l’obiettivo di integrazione attraverso specifiche attività. Infatti, saranno coinvolti anche operatori di sostegno alla disabilità, in modo da accompagnare i giovani a divenire essi stessi protagonisti della gestione dello spazio civico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport, supporto scolastico e punto d’ascolto: a Terni apre lo spazio civico di comunità ed è tutto gratuito

TerniToday è in caricamento