rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Attualità

Studios di Papigno, possibile ripartenza con Umbria Film Commission: “Occorre una perizia per valutare l’effettivo scenario”

Sopralluogo della terza commissione consiliare nel corso della mattinata di oggi, venerdì 29 aprile, in vista dell’incontro con il dottor Pasquale

Una possibile ripartenza per gli Studios di Papigno. Nel corso della mattinata di oggi, venerdì 29 aprile, si è svolto un sopralluogo della terza commissione consiliare, alla presenza dell’architetto Angelo Baroni dirigente della direzione Patrimonio. Tale richiesta è stata avanzata dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle in previsione dell’audizione del dottor Pasquale, di Umbria Film Commission, che dovrebbe tenersi nel corso della prossima settimana.

WhatsApp Image 2022-04-29 at 11.39.38 (1)-2

I commissari, dopo gli adempimenti formali, si sono ritrovati all’interno delle strutture per valutare lo stato degli Studios: “L’intento è stato quello di verificare con i nostri occhi la reale situazione all’interno dell’area”, afferma il capogruppo M5S, Federico Pasculli. “Si parla di un possibile progetto di recupero. Di certo sarebbe necessaria una perizia per capire bene le reali possibilità di svilupparlo. Se internamente la struttura non presenta criticità, all’esterno è tutto devastato. Pertanto nel corso della commissione, della prossima settimana, avremo la possibilità di poter dare il nostro parere, suffragato dal sopralluogo”.

Michele Rossi dopo il sopralluogo

A margine del sopralluogo è intervenuto il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi: “Tutte le volte che ci ritorno, da quando sono stato incaricato a seguire i rapporti con Umbria Film Commission ho svolto diversi sopralluoghi con produzioni intenzionate ad utilizzarli ed ho personalmente accompagnato il management della fondazione Umbria a pochi giorni dalla nomina della presidenza, cresce in me la consapevolezza dell’eccezionalità di quei luoghi"

Ed ancora: "Grandissimi spazi attrezzati che benché' siano stati lasciati in abbandono per più di venti anni ancora potrebbero trovare nuovi utilizzi cinematografici. Occorrerebbe coinvolgere soggetti cinematografici che, con l'impegno di voler qui girare più film, investano su questi spazi le ingenti risorse per renderli utilizzabili a pieno. A parer mio ci si potrebbe affacciare ufficialmente sul mercato e questo anche grazie all'aiuto della nuova Umbria Film Commission”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studios di Papigno, possibile ripartenza con Umbria Film Commission: “Occorre una perizia per valutare l’effettivo scenario”

TerniToday è in caricamento