Attualità

Tariffa rifiuti, agevolazioni previste ed aumento del 6.06%: “In attesa dell’eventuale proroga”

Il dibattito in terza commissione consiliare. Se non dovesse arrivare la proroga la delibera sarà oggetto della seduta del consiglio comunale prevista per mercoledì 30 giugno

foto Giacomo Sirchia

Cinque voti favorevoli, due astensioni ed uno contrario per la delibera relativa alla: “Tariffa corrispettiva (TARIC). Approvazione piano economico e finanziario 2021 e conseguenti tariffe”. Nel corso della seduta della terza commissione, da remoto, si è svolto il dibattito alla presenza dell’assessore Orlando Masselli e dei tecnici preposti.

Gli interventi

Dopo aver illustrato l’atto l’assessore Masselli ha ricordato come: “Fino a stamattina eravamo nell’aspettativa della proroga, rispetto alla normativa di riferimento. Poiché non è arrivata al momento, siamo nella necessità di portarlo domani in consiglio comunale, per poi recepire le integrazioni regolamentari di conguaglio, nell’esercizio successivo”. Riduzioni: “Abbiamo accantonato un milione, otto mila e 598 euro che consentono di pagare quota parte del comune, per l’applicazione del calcolo del cosiddetto Mtr. Sarebbe andato a gravare sulle tasche dei cittadini, a causa dei conguagli approvati in precedenza”. La seconda agevolazione è prevista nei confronti delle utenze non domestiche, come ad esempio le attività commerciali, non rientranti nell’ambito della normativa statale: “A disposizione 250 mila euro di finanziamento comunale” oltre quelli statali pari a 1 milione e 314 mila euro. Ulteriori: “234 mila euro derivati da fondi di bilancio, da capitoli della direzione welfare” a supporto di famiglie disagiate ed utenti con gravi disabilità. Infine: “89 mila euro per le utenze scolastiche, per ciò che concerne lo smaltimento dei rifiuti”. Complessivamente quindi più di due milioni di euro complessivi.

Tra i commissari intervenuti il capogruppo del Movimento Cinque Stelle Federico Pasculli, il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti, il consigliere Pd Tiziana De Angelis e Valdimiro Orsini il quale ha dichiarato: “Le famiglie ternane si ritroveranno con un aumento pari al 6,06% e nel 2022 avranno un conguaglio per lo smaltimento dell’indifferenziato. Il calcolo sarà infernale quanto incomprensibile. Non riusciranno a capire come verrà calcolata questa tariffa.” L’assessore, a riguardo, ha ricordato: “Siamo oltre il 70% della raccolta differenziata. Ad esempio, se un residente della Valserra si spostasse a Spoleto si ritroverebbe con un servizio del 30% più alto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tariffa rifiuti, agevolazioni previste ed aumento del 6.06%: “In attesa dell’eventuale proroga”

TerniToday è in caricamento