Attualità

Ternana, date e regolamento della Supercoppa. In consiglio comunale slitta ancora il dibattito sul progetto ‘Liberati’

Sabato 8, 15 e 22 maggio le date calendarizzate dalla Lega Pro per disputare la manifestazione. I rossoverdi attendono gli avversari dagli altri gironi

foto di repertorio

Alla caccia del ‘double’. Dopo aver vinto con largo anticipo il campionato, la Ternana si appresta a disputare la Supercoppa di Lega. Sono ancora sconosciuti gli avversari dei rossoverdi: ci sarà da attendere infatti il termine della stagione, per determinare le società vincitrici dei raggruppamenti A e B. Tuttavia la Lega Pro ha già calendarizzato la manifestazione: sabato 8, sabato 15 e sabato 22 maggio le date prescelte.

Regolamento e classifica:

“Le tre società ammesse formeranno un gironcino con tre giornate di calendario con gare di sola andata. Verranno assegnati tre punti per ogni vittoria ed uno per il pareggio. Ogni società effettuerà una gara interna e una gara in trasferta con le modalità di seguito riportate:

Prima giornata – tramite sorteggio verranno individuate le due società che disputeranno la prima gara e quale delle due ospiterà l’evento;

Seconda giornata – la gara verrà disputata tra la società che ha riposato la prima giornata e quella che avrà perso la prima gara o, in caso di pareggio, che avrà disputato la prima gara in casa;

Terza giornata – verrà disputata la gara tra le due società che non si sono incontrate in precedenza”. La vincitrice del raggruppamento alzerà il trofeo. Tuttavia, in caso di parità tra due o più squadre si procederà nel seguente modo valutando: la differenza reti nelle gare del girone; maggior numero di reti segnate; maggior numero di reti segnate nella gara esterna giocata; sorteggio

Consiglio comunale

Era stato calendarizzato al punto cinque dell’ordine del giorno. L’atto di indirizzo presentato da Doriana Musacchi (Gruppo Misto) relativo al progetto Liberati è slittato per la terza volta consecutiva. La plenaria da remoto è stata infatti dedicata completamente alla Consulta giovanile. Alle 19,45 circa il consigliere Fiorini ha chiesto un prolungamento, fino alle 24, della seduta. All’esito della votazione però il consiglio si è espresso a sfavore (nove favorevoli, due astenuti e diciannove contrari)”.

A margine del dibattito il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti ha dichiarato: “Il Consiglio comunale ha dato l'ennesimo schiaffo in faccia ai tifosi e alla città. Respinta per l'ennesima volta la proposta di discutere subito del progetto dello Stadio che tutte le opposizioni hanno sostenuto, dopo aver ritirato molti emendamenti e far andare veloce il Consiglio. La maggioranza si nasconde e non vuole prendere posizione su un tema così importante per tutti i cittadini di Terni”. Di parere opposto Lucia Dominici e Francesco Maria Ferranti (Forza Italia): “Contro la demagogia delle minoranze che chiedono i prolungamenti per trattare l'atto sullo stadio, sosteniamo la richiesta di convocazione di un consiglio comunale straordinario, per trattare un tema così delicato e caro alla città".

Ed ancora: "Siamo favorevoli a dibattere su un tema rilevante della città, pur chiarendo che la vicenda sia regolata da norme precise, le quali porteranno in votazione in consiglio comunale - nel mese di maggio - la dichiarazione di interesse pubblico e solo quello è l'atto di competenza del consiglio. Nel frattempo – concludono - siamo favorevoli a parlarne con trasparenza e serenità, nella massima assise, così da dimostrare il nostro forte interesse all'iniziativa privata che può essere importante sia a livello economico che sociale per la nostra città”.

Lega: "Azione ponderata e consapevole"

“Siamo convinti che la nostra città abbia bisogno di un nuovo stadio e siamo, come abbiamo dimostrato più volte, altresì a favore dell’iniziativa privata tanto più, quando la stessa incontra l’interesse pubblico e il Pala Terni ne è un esempio tangibile” affermano i consiglieri della Lega.

“La minoranza in maniera scellerata e strumentale, di fronte alla straordinaria e concreta opera rinnovatrice messa in campo dalla Lega, non ha alcun argomento se non mistificare la realtà, ma siamo convinti che tutto questo non li porterà lontano. Agendo in questo modo – proseguono i consiglieri - stanno dimostrando ancora una volta di puntare soltanto ai likes sui social e non all’effettiva soluzione del problema”.

Ed ancora: “Consapevoli dell’importanza e della rilevanza della questione, siamo pronti ad affrontare il tema relativo alla costruzione del nuovo stadio, come annunciato dal collega Presciuttini, depositando domani stesso una richiesta di consiglio straordinario. Frattanto ricordiamo, a chi si impegna soltanto nel fare sterile polemica, che l’iter amministrativo, che l’amministrazione a guida Latini sta portando avanti è a buon punto e che, nella prima metà di maggio, vedrà dichiarare in consiglio comunale l’interesse pubblico dell’opera. Noi della Lega – concludono - preferiamo un’azione intelligente, ponderata e consapevole. E’ questo l’unico modo possibile per arrivare al raggiungimento dell’obiettivo comune, tutto il resto non ci interessa e ne facciamo volentieri a meno”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana, date e regolamento della Supercoppa. In consiglio comunale slitta ancora il dibattito sul progetto ‘Liberati’

TerniToday è in caricamento