Valnerina “invasa” dai cinghiali, allarme del Pd: danni e pericoli, adesso basta

L’ultimo incidente stradale nel giorno di San Silvestro, il circolo Berlinguer attacca: gestione fallimentare delle aree verdi, tutelare i sacrosanti diritti dei cittadini

L’ultimo incidente nel giorno di San Silvestro. Ennesimo di una lunga serie di faccia a faccia tra automobili e cinghiali. Con questi ultimi protagonisti di una vera e propria “invasione”, in modo particolare nel territorio di Collestatte e Torre Orsina.

Per questo, il circolo del Partito democratico “Enrico Berlinguer” della zona, a firma del segretario Massimo Leopoldi, ha preso carta e penna e inviato una lettera di fuoco a Regione Umbria, Comune di Terni e Parco fluviale del Nera, lamentando in primo luogo “insufficienti e fallimentari politiche di gestione e valorizzazione delle aree naturali protette in Umbria da parte di tutti gli organismi in merito preposti a partire dalla Regione ed in particolare per quanto riguarda il Parco fluviale del Nera, e la totale assenza anche su questo tema dell’amministrazione comunale che dovrebbe affrontare tale problema a tutela dei cittadini”.

Cittadini che invece si trovano soli di fronte a un “esercito” di cinghiali che “oltre a rappresentare un potenziale pericolo per la sicurezza di tutti gli abitanti” procurano “consistenti e considerevoli danni alle diverse coltivazioni agricole, frutticole e orticole anche di pregio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Pd chiede dunque “a tutti gli organi preposti di mettere in campo tutte quelle misure atte a ridimensionare un fenomeno che da un lato sta generando preoccupazione e danni all’agricoltura e dall’altro rappresenta un potenziale pericolo per i tanti cittadini residenti e per quelli che transitano lungo le strade” e che “vengano previsti e incentivati idonei e coordinati prelievi selettivi atti a diminuire drasticamente la popolazione di questo infestante selvatico” oltre che “mettere in atto tutte quelle misure aventi come obiettivo la valorizzazione e lo sviluppo dell’area naturale protetta Parco fluviale del Nera”. Anticipando, comunque, che “visto il perdurare di questa consolidata e oramai intollerabile situazione” il circolo “si farà promotore di iniziative atte a tutelare i sacrosanti diritti dei cittadini di Collestatte e Torre Orsina”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento