menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo, pericolo ghiaccio sulle strade del Ternano: le previsioni

Bollettino di criticità della Regione, allerta “gialla”. Contatori dell’acqua a rischio: i consigli per prevenire brutte sorprese

Allerta ghiaccio sulle strade del Ternano. La protezione civile dell’Umbria ha emesso un bollettino di criticità per tutta la giornata di oggi, ma anche nelle prossime ore il rischio più grave dovrebbe essere rappresentato dal gelo. La spolverata di neve di ieri mattina, con alcuni fiocchi per lo più trasportati dal vento, dovrebbe essere stata soltanto una eccezione.

Le previsioni infatti non contemplano la possibilità di nevicate sul territorio, anche se le eccezioni non sono escluse. Secondo il sito 3B Meteo, per la giornata di oggi, la colonnina di mercurio oscillerà tra -3 e 6 gradi centigradi. Non sono previste precipitazioni e anzi il cielo tenderà a rasserenarsi nel corso della giornata.

Per sabato, la massima salirà fino a 8 gradi, mentre la minima resterà intorno ai -3 gradi. Nessuna pioggia e cielo sostanzialmente sereno. Domenica si registrerà un sensibile rialzo delle temperature (da -2 a 11 gradi), sempre senza precipitazioni e con cielo prevalentemente sereno. Condizione questa che aumenterà però il rischio di ghiaccio sulle strade.

Ghiaccio che mette in pericolo i contatori dell’acqua. Per questo, dal Servizio idrico integrato vengono diffuse alcune regole per evitare di incappare in questa problematica.

“Si tratta di misure semplici ma molto efficaci - dice il direttore generale Paolo Rueca - se messe in pratica correttamente dagli utenti, evitano disservizi e costi aggiuntivi”. Il Sii ricorda, a tale proposito, che è compito degli utenti preservare i propri contatori dagli effetti degli agenti atmosferici poiché le basse temperature possono causare la formazione di ghiaccio e, conseguentemente, la rottura, per congelamento, delle apparecchiature. Tra febbraio e marzo scorsi, a causa dell’ondata di gelo, si registrarono numerosi episodi di danneggiamento dei contatori, soprattutto nel territorio narnese-amerino ma anche in altre zone, pur se con entità minori.

I 6 consigli utili:

In presenza di contatori collocati nei bauletti o in nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, se la temperatura esterna dovesse rimanere per più giorni al di sotto dello zero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto fuoriesca un filo d’acqua. E’ sufficiente una modesta quantità, evitando inutili sprechi;

I bauletti o le nicchie poste all’esterno dei fabbricati, sportello compreso, debbono essere opportunamente coibentati. Basta usare materiali isolanti, come ad esempio polistirolo o poliuretano espanso, facilmente reperibili nei rivenditori del settore edile. Per ottenere un isolamento efficace, lo spessore dei pannelli deve essere di almeno 2,5 cm. I contatori in locali non riscaldati devono a loro volta essere rivestiti con materiale isolante (sempre polistirolo, poliuretano espanso o materiali simili);

Non avvolgere le tubature dell’acqua con lana di vetro o stracci. Questi materiali infatti assorbono acqua e possono addirittura peggiorare la situazione. Inoltre possono costituire un potenziale luogo di annidamento per insetti e sporcizia;

Ogni protezione deve lasciare scoperto il quadrante delle cifre per consentire agli incaricati della Sii la facile lettura del contatore;

Se i contatori sono in fabbricati disabitati, è consigliabile chiudere il rubinetto a monte del misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto;

Con temperature particolarmente basse e per lunghi periodi, è possibile installare appositi cavetti scaldanti, alimentati elettricamente e dotati di termostato per contenere i consumi di energia.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento