Farmacie, il Pd incalza la Giunta: "Salvaguardare i lavoratori"

Il gruppo consiliare dei Democratici torna a chiedere l'approvazione del bilancio: "Evitare il default della società"

Una delle farmacie comunali di Terni

"Salvaguardare i lavoratori delle farmacie". E' l'obiettivo dell'atto di indirizzo presentato dal gruppo consiliare del Pd nel bel mezzo del braccio di ferro sul bilancio tra il Comune di Terni e l'azienda. II documento chiede al sindaco e alla Giunta di tenere conto della "particolarità dei contratti del personale alle dipendenze delle farmacie pubbliche e di garantire condizioni e retribuzioni al fine di assicurare all’Afm, nell’ambito della riorganizzazione aziendale approvata dalla Giunta, il personale specializzato in grado di affrontare le sfide che la redditività le impone".

L’atto di indirizzo, con il quale si torna a sollecitare anche l'approvazione del bilancio, evidenzia le ragioni per le quali il costo del lavoro nelle farmacie private differisce da quello nelle farmacie pubbliche (15-20% in più), indicando gli elementi che fanno variare la retribuzione tra pubblico e privato, mostrando, per le farmacie pubbliche, la necessità di avere maggiore personale, rispetto alle private, sia per la gestione delle aperture nei giorni festivi e prefestivi, sia per l’effettuazione di servizi alla persona che richiedono attività lavorativa specifica con relativi costi di retribuzione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"FarmaciaTerni - dichiarano  Francesco Filipponi, Valdimiro Orsini e Tiziana De Angelis - è un bene della città, un patrimonio pubblico che deve essere salvaguardato innanzitutto dal Comune di Terni che ne è il proprietario e che sarebbe il primo ad impoverirsi in caso di default della sua partecipata. Non approvare i bilanci, creando serissimi problemi con gli istituti bancari e con i fornitori, non ha alcun senso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento