Attualità

Terni, un patto per far rinascere Parco delle Grazie. Eventi culturali, ricreativi e funzioni religiose

Dopo anni di abbandono e degrado, il comune stringe un patto con la Confraternita San Giuseppe e San Francesco di Paola per far rivivere Parco delle Grazie.

È uno dei parchi più antichi di Terni, fra i più belli e interessanti della città che, dopo anni di abbandono, torna alla comunità con una serie di manifestazioni per farlo rivivere. Parco delle Grazie tornerà ad essere un'area a diposizione dei cittadini attraverso eventi culturali, attività ricreative e funzioni religiose. 

“Sulla base di questi obiettivi – dice l’assessore Cristiano Ceccotti - il Comune di Terni ha stipulato un patto di collaborazione con la Confraternita San Giuseppe e San Francesco di Paola. Il patto riguarderà in particolare la cura, la rigenerazione e la realizzazione di attività religiose, culturali, formative e ricreative all’interno del Parco”.

Tra le attività proposte, ci saranno anche un corso per operatori della speranza, un presepe vivente, la riproposizione dell’antica processione di Santa Maria delle Graziee la Via Crucis.

Anticamente, la piccola selva delle Grazie ospitava i frati minori francescani e sul colle aveva sede un'immagine ritenuta miracolosa che replicava in parte l’analogo convento costruito all’inizio del Quattrocento per volontà di San Bernardino sul Colle dell’Oro dalla parte opposta della città. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, un patto per far rinascere Parco delle Grazie. Eventi culturali, ricreativi e funzioni religiose

TerniToday è in caricamento