Tradizione ternana a tavola, la pizza pasquale di formaggio: ingredienti e curiosità

Nelle antiche tradizioni veniva (e viene tutt’ora) consumata a colazione ma è diventata ormai una torta irrinunciabile nei pranzi di Pasqua

pizza di formaggio

La pizza pasquale di formaggio è la leccornia che si trova in (quasi ndr) tutte le tavole imbandite di Terni e provincia. La preparazione avviene qualche giorno prima per permettere a tutti gli ingredienti di amalgamarsi per bene. Ingredienti: farina, parmigiano reggiano, latte formaggio tipo emmental, provolone, pecorino, lievito di birra, zucchero, uova, sale e pepe

Preparazione della pizza di formaggio

Preriscaldate il forno a 200°. Riempite mezzo bicchiere con acqua tiepida e scioglietevi 20 gr di lievito di birra con un cucchiaino di zucchero (in alternativa potete usare il malto d'orzo). Prendete 100 gr di farina e amalgamatela con acqua e lievito su un piano di lavoro, fino a formare un panetto morbido. Fatelo lievitare in una ciotola coperta con un canovaccio per un'ora. Trasferite la farina avanzata sulla spianatoia o sul vostro piano di lavoro pulito, e amalgamatela con un bicchiere scarso di acqua tiepida, due cucchiai di olio, un pizzico di sale e pepe.

Quando avrete ottenuto un impasto omogeneo incorporatelo al panetto già lievitato. Nel frattempo, grattugiate 25 g di emmental, 50 gr di parmigiano e 25 g di provolone. Uniteli a due uova in una ciotola e sbattete il tutto. Successivamente incorporate anche il formaggio rimasto, tagliato a dadini, e continuate a lavorare l'impasto energicamente con le mani. Capirete che è pronto quando la pasta tenderà a staccarsi dalla spianatoia e dalle mani. Trasferite la pasta in uno stampo alto e stretto, precedentemente unto di olio per non far attaccare l'impasto, e fatelo lievitare ancora un paio ore. Trascorso il tempo di lievitazione, infornate e cuocete la torta al formaggio umbra per circa trenta minuti. La pizza di formaggio è accompagnata da affettati (salsicce secche, capocollo) o frittate pasqualine. Nelle antiche tradizioni veniva (e viene tutt’ora) consumata a colazione ma è diventata ormai una torta irrinunciabile nei pranzi di Pasqua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento