rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Attualità

Trasporto disabili, l’opposizione “chiama” la magistratura: verificare la correttezza delle procedure

Esposto in procura dopo i problemi dei primi giorni. Nel mirino dei consiglieri i dubbi relativi ai requisiti delle società ammesse nell’elenco. “Umiliante silenzio da parte del sindaco”

Prima le polemiche, poi i disagi dei primi giorni e ora le carte bollate. I consiglieri comunali Alessandro Gentiletti, Luca Simonetti, Francesco Filipponi, Tiziana De Angelis e Valdimiro Orsini oggi, 20 maggio, hanno depositato presso la procura della Repubblica di Terni “tutta la documentazione e gli atti relativi alla delibera numero 64 del 2019 (trasporto dei disabili) accompagnata da un esposto che illustra i dubbi e le perplessità sui quali ci siamo confrontati insieme a molte famiglie in questi giorni”.

In modo particolare, gli esponenti dell’opposizione hanno “posto in rilievo il possibile mancato rispetto dei requisiti previsti nell’avviso per l’ammissione di alcune società di capitali all’elenco, la mancanza di mezzi necessari di ciascun ammesso per coprire l’intero servizio, la procedura di assegnazione del servizio adottata e, infine, la sicurezza dei trasportati in assenza di personale accompagnatore non necessariamente qualificato. Ci siamo rivolti alla magistratura nell’interesse di tutti per verificare la correttezza delle procedure”.

Nella nota con cui annunciano l’esposto, i consiglieri di minoranza definiscono anche “stucchevole l’intervento della commissaria leghista della città” e puntano il dito contro “il silenzio del sindaco” che viene bollato come “umiliante nei confronti delle istituzioni e dei cittadini tutti. Lo esortiamo ad intervenire”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto disabili, l’opposizione “chiama” la magistratura: verificare la correttezza delle procedure

TerniToday è in caricamento