Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

Treofan, la Lega invoca l'intervento di Di Maio: "Si metta in comunicazione col suo omologo indiano e la Jindal"

I parlamentari leghisti dell'Umbria chiedono al ministro degli esteri di intercedere col suo omologo indiano e la proprietà di Jindal per scongiurare il drammatico licenziamento di 142 operai del polo chimico

Il tempo stringe per i 142 operai del polo chimico ternano. Il commissario liquidatore, Del Borrello, sta procedendo nelle operazioni risolutive che prevedono, fra le altre cose, il licenziamento in tronco di tutta la forza lavoro.

Sulla questione sono intervenuti anche i parlamentari umbri della Lega - Stefano Lucidi, Valeria Alessandrini e Virginio Caparvi, che hanno presentato un'interrogazione al governo "perché la complessità della vicenda passa anche attraverso il percorso tortuoso che partendo dal sito ternano, passa per la Germania, il Lussemburgo, e arriva infine al gruppo multinazionale indiano Jindal Films il cui quartier generale mondiale si trova a New Delhi in India - proseguono i leghisti - La distribuzione e diffusione a livello mondiale della multinazionale indiana Jindal, unito al fatturato mondiale del gruppo, rendono la vicenda del sito di Terni e i suoi 142 dipendenti, di difficile comprensione per i vertici aziendali indiani, i manager e i decisori, che sono effettivamente molto distanti dal territorio e dalle conseguenze sociali delle loro scelte.

Per questi motivi - proseguono i leghisti - evidenziamo il problema di interazione fra entità che non sono poste allo stesso livello di autorità e competenza, sia a livello strategico che di responsabilità. Chiediamo pertanto che il ministro intervenga per quanto di sua competenza, anche perché ha posto al centro della sua iniziativa ministeriale la tutela, il posizionamento e l’internazionalizzazione delle aziende italiane, tanto da spostare le competenze a riguardo, dal ministero dello sviluppo economico presso la Farnesina".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treofan, la Lega invoca l'intervento di Di Maio: "Si metta in comunicazione col suo omologo indiano e la Jindal"

TerniToday è in caricamento