Martedì, 23 Luglio 2024
Attualità

Terni Film Festival, trionfo dell’Ucraina nella notte degli angeli. Tutti i premiati della XVIII edizione

Il film Carol of the bells di Olesya Morgunets-Isaenko ottiene sia il premio della giuria internazionale che quello della giuria Signis

La XVIII edizione del Terni Film Festival si conclude con il trionfo di Carol of the bells, film ucraino di Olesya Morgunets-Isaenko, prima donna a vincere il premio principale della rassegna. La pellicola ha ottenuto infatti sia il premio della giuria internazionale composta dall’italiana Claudia Di Giovanni, il polacco Tadeusz Syka e l’algerina Lynda Bekhtaoui, sia quello della giuria Signis. L’Ucraina ha conquistato anche l’Angelo per il miglior documentario con Gli altri rifugiati che il regista palestinese Mohammed Almughanni ha girato al confine con la Polonia.

L’Ucraina è stata anche la protagonista del focus che ha chiuso l’edizione 2022 della kermesse diretta da Moni Ovadia. Una intera giornata dedicata alla storia, al folklore, ai sapori e alla musica del paese in guerra, iniziata con una preghiera nella chiesa di Santa Maria Regina presieduta dal vescovo Francesco Soddu e proseguita al cinema Politeama con le proiezioni dei due film vincitori, canti tradizionali ma anche musica d’autore affidata ad artisti residenti sul territorio ternano come la cantautrice Eugenia Shalata, la soprano Anastasia Tomashevska e la giovanissima profuga Uliana.

Un pomeriggio intenso e coinvolgente che ha rafforzato la solidarietà verso un popolo che vede minacciata la sua esistenza, ma senza alcun cedimento alla propaganda di guerra o all’odio verso il popolo russo, e – al contrario – con un appello alla pace e alla fratellanza, suggellato dalla canzone I due Vladimiro scritta e cantata da David Riondino e accompagnata dalle note di sabbia di Gabriella Compagnone, in cui un gruppo di soldati russi e ucraini si ritrovano insieme in Paradiso.

Ad uno dei momenti più drammatici della storia dell’ex repubblica sovietica è dedicato anche il grande classico che ha chiuso l’edizione 2022 del Terni Film Festival. Si fa riferimento alla Corazzata Potemkin di Eizenstein che ha registrato un grandissimo successo di pubblico grazie all’incredibile sonorizzazione effettuata dal vivo da Edison Studio, capace di trasformare la proiezione cinematografica in una vera e propria esperienza sensoriale.

I vincitori:  

Miglior film CAROL OF THE BELLS di Olesya Morgunets-Isaenko, Ucraina;  Miglior documentario GLI ALTRI RIFUGIATI di Mohammed Almughanni, Polonia;  Miglior cortometraggio CENA CON DELIVERY di Daniele Catini, Italia;  Migliore opera in realtà virtuale TOP OF MEMORY ILLUSION di Jialiang Liu, Giappone; Miglior serie televisiva BANGLA – LA SERIE di Phaim Bhuiyan ed Emanuele Scaringi, Italia; Premio Nuovi Sguardi – corti di animazione TANGLE di Maliheh Gholamzadeh, Iran; Film dell’anno NON MORIRO’ DI FAME di Umberto Spinazzola, Italia.

Premio Signis CAROL OF THE BELLS di Olesya Morgunets-Isaenko, Ucraina; Gran Premio della Giuria THE STORY OF ALL US WOMEN di Itxaso Diaz, Spagna; Miglior regia HLEB PAPOU Il legionario, Italia; Miglior attore protagonista GERMANO GENTILE Il legionario, Italia; Miglior attrice protagonista SOPHIA GUASTAFERRO La santa piccola, Italia; Migliore attrice non protagonista ELEONORA LAUSDEI Next One, Italia; Miglior attore non protagonista ANDY LUOTTO Quel che resta, Italia; Miglior attore non protagonista MAURIZIO BOUSSO Il legionario, Italia.

Miglior attore non protagonista JERZY STUHR Non morirò di fame, Italia; Miglior sceneggiatura MATTEO CIRILLO Internet sparito, Italia; Miglior sceneggiatura PIERRE PIRARD All of Us, Belgio; Miglior colonna sonora GIOVANNA MARINI Giovanna Marini – storie di una voce, Italia; Migliore fotografia MATTEO REA Sentieri di ferro, Italia; Miglior montaggio ANDREA SBARRETTI Su queste montagne, Italia; Migliori effetti ALL OF US di Pierre Pirard, Belgio; Migliore ambientazione ALL OF US di Pierre Pirard, Belgio; Premio della Critica DON’T TELL ANYONE di Sahar Sotoodeh, Italia; Menzione speciale Signis TAM TAM BASKET di Mohamed Kenawi, Qatar.

Menzione speciale Signis BRICIOLE di Rebecca Marie Margot, Italia; Miglior canzone LATELY di ACo, Italia; Angelo alla carriera NINNI BRUSCHETTA, Italia; Premio Gastone Moschin EMANUELE STRACCHI, Italia; Premio San Valentino GIANDONATO SALVIA, Italia; Premio Panchina Rossa EDOARDO DE ANGELIS Lella; GIANNI FERRERI Piccole cose di valore non quantificabile; GUGLIELMO POGGI Next One; FOLCO NAPOLINI We Are The Others.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni Film Festival, trionfo dell’Ucraina nella notte degli angeli. Tutti i premiati della XVIII edizione
TerniToday è in caricamento