Attualità

Murales, ricette e nuove divise: gli studenti ternani protagonisti con VivoGreen: “Sensibilizzarli ancora di più sui temi ambientali”

VivoGreen è un supermercato bio, a chilometro zero, unico in Europa. Inoltre nasce da un progetto scolastico come start-up innovativa

foto di repertorio

Un rapporto che si consolida quello instaurato tra VivoGreen e gli istituti scolastici del territorio ternano. Gli studenti, in didattica a distanza a causa dell’emergenza sanitaria, sono stati protagonisti attivi di tre diversi concorsi, banditi dal market con prodotti healty e a km zero. Tanti giovani allievi ternani hanno offerto un contributo importante alla realtà green, collocata nel centro cittadino. Il binomio scuola/VivoGreen rafforza ancora di più l’essenza stessa del market: un negozio interamente dedicato alla città, ai suoi giovani e soprattutto agli studenti. Questi ultimi, colonna portante di ogni progetto.

A tal proposito dal 7 giugno gli alunni del Liceo Artistico “Orneore Metelli” di Terni realizzeranno un murales all’interno del negozio. La giuria, composta dai soci VivoGreen, ha selezionato Daniele Pecorari, quale vincitore del contest “Art wall” con l’opera dal titolo “Tra uomo e natura”. Inoltre Vivogreen non ha tralasciato neanche il settore moda. L’Ipsia Cpia “Sandro Pertini” di Terni è stata protagonista di un altro concorso. Gli allievi della sezione moda hanno ideato e disegnato le nuove divise per i dipendenti. La giuria ha selezionato anche in questo caso la vincitrice ossia Melania Gloria Gramoschi, che avrà l’opportunità ed il vanto di far indossare la divisa da lei ideata a tutti i lavoratori.

Infine, non poteva mancare una selezione dedicata interamente al cibo. Gli studenti dell’IIS Tecnologico economico e professionale “A. Casagrande – F. Cesi” di Terni sono stati i protagonisti del concorso VivoGreen “Ricetta dal cuore verde d’Italia”. Il vincitore, Denny Malacchia, ha realizzato la ricetta “Coniglio in porchetta su crema di verdure con chips di carciofi”. La collaborazione con il “Casagrande” prevede anche la creazione di piatti basati interamente su prodotti biologici e del territorio. Un modo per promuovere ancora una volta una alimentazione sana e ambientalmente sostenibile. L’idea è quella di proseguire la sua stretta collaborazione con tutti gli istituti scolastici del territorio. Un modo per sensibilizzare ancor di più gli studenti sui temi ambientali, contro lo spreco del cibo, prediligendo prodotti a km zero e le tante eccellenze agroalimentari umbre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Murales, ricette e nuove divise: gli studenti ternani protagonisti con VivoGreen: “Sensibilizzarli ancora di più sui temi ambientali”

TerniToday è in caricamento