rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità Centro

“Risse, spaccio e parcheggi per i residenti che spariscono: così la nuova ztl a Terni è un disastro”

Il comitato delle famiglie del centro storico torna ad alzare la voce tra i “casi” di via Guglielmi e via Armellini e gli allarmi criminalità: “Ci sentiamo completamente abbandonati”

Se il buongiorno si vede dal mattino, la situazione è destinata a complicarsi ancora di più. Stando almeno al quadro che viene dipinto dal comitato che riunisce le famiglie residenti nel centro storico di Terni, al quale ogni giorno si aggiunge un tassello fatto di problemi che spuntano dalla nuova zona a traffico limitato.

“Dopo il caso di Via Giannelli, in cui sono stati tolti numerosi posti ai danni delle famiglie residenti del centro storico, prendiamo atto con enorme dispiacere a seguito delle numerose segnalazioni delle famiglie di zona aderenti al comitato, dei numerosi posti riservati ai residenti tolti in via Guglielmi e in via Armellini, dove inopportunamente è stata tolta proprio anche la ztl. È assolutamente incomprensibile la ratio di queste modifiche”.

Il comitato parla di “scelta inappropriata” e di “errore grave, considerando che gli edifici delle abitazioni delle centinaia di famiglie, si trovano sia in via Guglielmi che in via Armellini in piena ztl. Addirittura, in via Guglielmi ben al didentro del varco elettronico attualmente esistente. Un errore non solo concettuale, ma soprattutto tecnico e in totale contrapposizione rispetto a quello che sono le regole espresse per la richiesta dei permessi ‘R’ dove si richiedono, oltre ai dati anagrafici della persona richiedente, anche i dati catastali dell’immobile in cui risiede con tanto di copia del contratto di proprietà, locazione o comodato”.

Ztl a Terni, i "casi di via Guglielmi e via Armellini

“A dirla tutta, sulla prima pagina del nuovo regolamento, vengono infatti identificati gli immobili proprio come unità appartenenti alla ztl. Sulla carta – prosegue il comitato - restano quindi unità appartenenti alla ztl, ma di fatto i parcheggi sono stati tolti e non solo a chi abita in via Guglielmi e in via Armellini, ma a tutti i residenti ztl visto e considerato che non sono state identificate aree di parcheggio residenti per area come già suggerito a settembre”.

Per le famiglie del centro storico quella che si sta configurando è dunque “una situazione drammatica” a cui – oltre ai disagi – si aggiunge “il tema sicurezza”. “Anche in questo fine settimana” ci sono stati infatti episodi di “risse all’interno della ex foresteria di corso Tacito e lungo tutta via Primo maggio. Ma anche spaccio, danni a beni pubblici, danneggiamenti ad autoveicoli, vetrine spaccate dei negozi e incursioni all’interno dei condomini. Tutte attività segnalate, su cui ci sentiamo sempre più soli e in pericolo. Un peggioramento sostanziale della vivibilità del centro storico per le famiglie, su cui soprattutto nell’ultimo periodo ci sentiamo completamente abbandonati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Risse, spaccio e parcheggi per i residenti che spariscono: così la nuova ztl a Terni è un disastro”

TerniToday è in caricamento