Allerta Coronavirus, controlli a tappeto della polizia di stato: denunciato un trentaseienne

Il giovane nel momento in cui è stato controllato ha dichiarato agli agenti di essere venuto a Terni per vedere un amico

foto controlli

Proseguono i servizi della polizia di stato per la verifica dell’osservanza di quanto disposto nelle riunioni del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presiedute dal Prefetto di Terni Emilio Dario Sensi.

Un’attività espletata con controlli capillari del territorio, servizi potenziati dal Questore con il controllo di strade, stazioni, centri di aggregazione, per contrastare il diffondersi del Coronavirus, anche attraverso la limitazione della mobilità.

Gli agenti sono tenuti a verificare la sussistenza dei validi motivi che hanno indotto un cittadino ad uscire di casa, se la causa è priva di giustificazione e non rientra in quanto previsto dalla legge, scatterà una denuncia; è questo quello che è successo ad un cittadino nigeriano di 36 anni che è stato fermato in centro dalla squadra volante.

Il ragazzo, residente a Foligno, che ha dichiarato agli agenti di essere venuto a Terni per vedere un amico, è stato denunciato ai sensi dell’art. 650.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento