Case popolari, caccia ai “fuorilegge”: in azione la task force del Comune di Terni

Scovati inquilini che non avevano aggiornato la situazione dei redditi e assegnatari deceduti senza che gli eredi avessero comunicato la morte. Cecconi: ora gli appartamenti potranno essere messi a disposizione di chi ne ha bisogno

La task force di Palazzo Spada continua la sua caccia ai “fuorilegge” nelle case popolari. L’obiettivo del pool tecnico è verificare i requisiti degli assegnatari e provvedere allo sgombero degli appartamenti nel caso in cui le condizioni per cui gli immobili sono stati assegnati siano – nel tempo – cambiati e non consentano più ai titolari di restare negli appartamenti.

Nelle scorse settimane sono stati raggiunti i primi risultati: nei confronti di tre assegnatari è stato avviato il procedimento di decadenza dell’assegnazione a seguito della mancata presentazione dei documenti reddituali per due anni di fila.

Stesso provvedimento che in queste ore è stato preso nei confronti di altri tre assegnatari di immobili di edilizia popolare dopo che Ater, Azienda territoriale per l’edilizia residenziale, aveva segnalato all’ente la carenza.

Grazie al lavoro della task force – composta da Ater, polizia municipale, servizio anagrafe e servizi sociali di Palazzo Spada – sono stati inoltre individuati altri due assegnatari la cui morte non era stata segnalata dagli eredi, rendendo – di fatto – l’appartamento ancora occupato.

“Cinque case che ora – spiega l’assessore comunale ai servizi sociali, Marco Celestino Cecconi – potranno essere messe a disposizione di chi ne ha diritto. Frutto di un lavoro che segue la strada segnata dal già grande impegno che negli scorsi anni era stato messo in campo dai servizi sociali del Comune”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento