rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Notizie dall'Umbria

''Sei troppo lento'' e viene aggredito al distributore. Il racconto dell'aggredito: "E' assurdo ho rischiato il linciaggio"

Lo sfogo sui social. L'uomo dice poi di essere andato al pronto soccorso dell'ospedale di Città di Castello dove è stato medicato e di aver presentato una regolare denuncia alla stazione dei carabinieri

Una brutta storia che si dipana fra la Valtiberina e l'Altotevere, fra la realtà e i social. Una vera e propria aggressione brutale a una pompa di benzina a San Giustino, con tanto di lancio del tappo e del ferimento del cliente. A raccontarla, Jean Loius Giovagnini, residente a Sansepolcro dove ha una serra: l'uomo è stato vittima della violenza di due persone.

''Il gestore e un cliente – ha scritto nei social - mi hanno aggredito perché mettevo troppo tempo per fare rifornimento di gasolio con il camion. Il gasolio viene facendo la schiuma, quindi fa saltare la pistola. Ho messo troppo tempo ed ecco il risultato. Ingiurie e offese fino ad arrivare a strapparmi la pistola dalle mani (il gestore) e ricevendo il tappo del mio serbatoio lanciato sul mio naso (dal cliente), spintonato ed essere cacciati. Fare rifornimento sta diventando sempre più esasperante. Meditate gente sul prossimo, potrebbe avere le mani svelte a colpirvi: ho rischiato il linciaggio..''

L'uomo dice poi di essere andato al Pronto soccorso dell'ospedale di Città di Castello dove è stato medicato e di aver presentato una regolare denuncia alla stazione dei carabinieri di Sansepolcro.

Nel frattempo la fotografia di Jean Louis con il naso insanguinato e una profonda ferita fa il giro dei social, con il tam tam dei messaggini sui cellulari di chi vive a Sansepolcro, dove è molto conosciuto e stimato.

Dopo la denuncia, i carabinieri stanno indagando e non si esclude che nei prossimi giorni il gestore e il cliente vengano sentiti dai militari della stazione del comune toscano.

Jean Luois, in un post successivo dove inserisce anche la fotografia in cui ha il naso coperto da un grosso cerotto di colore azzurro, ringrazia ''il proprietario del distributore, il quale appena saputo dell'accaduto si é informato sul mio stato di salute e capire meglio la situazione''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

''Sei troppo lento'' e viene aggredito al distributore. Il racconto dell'aggredito: "E' assurdo ho rischiato il linciaggio"

TerniToday è in caricamento