rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Notizie dall'Umbria

Umbria, rimessa agricola trasformata in villetta, multa e ordinanza di sgombero. La legge regionale è incostituzionale

Sanzione da 8.300 euro per l'abuso edilizio e abitativo, ma il Tar e la Corte Costituzionale rimettono tutto in gioco

Trasforma la rimessa agricola in villino di campagna, scatta la multa da 8mila euro e l’ordine di sgomberare l’abitazione. Il Comune di Citerna, con un’apposita ordinanza ha intimato agli occupanti l’abitazione, la “cessazione di utilizzazione abusiva dell’immobile”. Immobile che si trova in un’area “classificata agricola E” e che catastalmente era “destinato a magazzino, deposito e ufficio per la commercializzazione di prodotti agricoli”.

Da un sopralluogo effettuato dalla Polizia municipale, però, era emersa una violazione urbanistico-edilizia, punita con una multa di 8.300 euro. In pratica il magazzino era stato trasformato in “immobile residenziale”.

Il proprietario dell’immobile, però, ha contestato verbale e sanzione. Il verbale è attualmente al centro di una denuncia penale per falso, mentre la sanzione è stata portata all’attenzione del Tribunale amministrativo regionale dell’Umbria.

Sull’aspetto penale, nato perché il verbale non sarebbe mai stato notificato e l’accertamento non sarebbe stato svolto in presenza del proprietario dell’immobile, i giudici amministrativi si sono limitati a prendere atto e attendere i risvolti della questione. Per quanto riguarda la sanzione, invece, la cosa è più complicata, in quanto il ricorso contro la stessa è stata oggetto, in senso generale, dell’interessamento della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittima la norma di legge regionale che fa riferimento agli abusi e ai controlli. Ne discende che anche la sanzione è illegittima e quindi da annullare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, rimessa agricola trasformata in villetta, multa e ordinanza di sgombero. La legge regionale è incostituzionale

TerniToday è in caricamento